Unioni civili, Adinolfi: "E' l'ennesima truffa, ormai dilettanti allo sbaraglio. A Diego Fusaro dico"

22 febbraio 2016 ore 15:27, Lucia Bigozzi
“Se quello che veniva raccontato come un'iniziativa puramente parlamentare diventa un'iniziativa governativa si opera un’evidente truffa ai danni degli italiani”. Non usa mezze frasi Mario Adinolfi, direttore del quotidiano La Croce ed esponente del Comitato Difendiamo i nostri figli, analizzando la posizione di Renzi sul ddl Cirinnà. Nell’intervista a Intelligonews ne ha anche per il ministro Angelino Alfano e per il filosofo Diego Fusaro.

Renzi ha fatto capire che vuole le unioni civili ed è disponibile a tagliare la stepchild adoption. Truffa o soluzione?

«La legge sta avendo grandi difficoltà in parlamento perché è il riflesso del fatto che il Paese non la vuole. La soluzione è solo nel ritiro della legge. Se si ritiene di dovere, per l’ennesima volta, cambiando le carte in tavola, dire che quello che veniva raccontata come una iniziativa puramente parlamentare diventa una iniziativa governativa, si opera un’evidente truffa ai danni degli italiani. L’ennesima, lo ripeto»

Il primo ministro del Lussemburgo, Xavier Bettel, sposato con il suo compagno, ha suggerito a Renzi di procedere “passo dopo passo” sulle unioni civili per raggiungere l’obiettivo. Non crede che su questo tema la posizione dell’Italia dovrebbe essere svincolata dall’influenza europea?

«Io ricordo tutti i soloni che per una mezza frase dell’italianissimo cardinale Angelo Bagnasco, hanno dichiarato che si era operato una ingerenza straniera negli affari politici italiani, adesso i passi parlamentari ce li facciamo spiegare dal Lussemburgo, con Renzi che ascolta pure. E poi, fa scrivere sulla carta stampata il tutto come se fosse qualcosa di cui andare orgoglioso. Ormai, siamo all’inversione dei dati di realtà»

Non crede che il tema delle unioni civili dimostri la crisi ideologica dei partiti, con Ncd pronto ad appoggiare la legge solo in cambio dello stralcio della stepchild adoption e il Pd favorevole alla stepchild?

«I partiti non esistono. Dentro questa vicenda escono tutti devastati, con le leadership incapaci di avere qualsiasi connessione con il Paese. Si tratta di un gioco di Palazzo, in cui le parole non valgono nulla, in cui si cerca di truffare gli italiani con l’inglese (stepchild adoption), in cui si evidenzia l’incapacità di trovare soluzioni e si mette in mostra una capacità politica da dilettanti allo sbaraglio. Non è il parlamento, sembra la Corrida di Corrado»

Il ministro Alfano ha parlato più volte di un referendum abrogativo nel caso la legge passasse. Che idea si è fatto?

«Se Alfano ha detto per mesi agli italiani che voleva abrogare questa legge per via referendaria e adesso ci spiega che è pronto a votare addirittura la fiducia al governo pur di avere questa legge, evidentemente parla in condizione di dissociazione politica. Torni in sé, rinsavisca e faccia quello che gli italiani dal 30 gennaio con grande evidenza al Circo Massimo chiedono di fare: non cedere ai ricatti di una minoranza rabbiosa e ritirare immediatamente il ddl Cirinnà dal panorama parlamentare»

Il filosofo Fusaro nell’intervista a Intelligonews, critica l’atteggiamento dei leader del Family Day che “non hanno capito nulla della questione e si fanno guidare da personaggi neoliberisti che non hanno alcuna cognizione dei rapporti di forza reali”. Cosa risponde?

«Fusaro ha cercato a lungo di occupare uno spazio mediatico in questa vicenda e non capisce che i leader del Family Day non sono espressione di giochini intellettualoidi o giornalistici; sono espressione diretta di un popolo di cui fanno pienamente parte ed esprimono una loro idea che è l’idea di quel popolo. Lo hanno fatto con una tale efficacia che da mesi la politica italiana, che voleva ardentemente questa legge, è stata messa in scacco per via dell’azione proprio di questi personaggi connessi il popolo che ha marciato con loro. Fusaro ha alcuni tic linguistici di cui dovrebbe liberarsi perché la realtà non si interpreta con le categorie del diciannovesimo secolo»
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]