Capuozzo, via la fascia da sindaco. Renzi: "Ogni volta che governano un casino"

22 gennaio 2016 ore 10:58, Lucia Bigozzi
Ha resistito dieci giorni, poi ha gettato la spugna. Ma prima di lasciare il campo – istituzionale e di battaglia – si è tolta i cosiddetti sassolini dalla scarpa. Rosa Capuozzo, il sindaco M5S di Quarto espulso dal Movimento e finito al centro di polemiche che hanno reso incandescente il dibattito politico. La Capuozzo se ne va perché, di fatto, non ha più i numeri sufficienti a governare ma prima di farlo, lancia una nuova accusa al Movimento di Grillo dal quale proviene e – come detto – dal quale è stata allontanata. Parole di fuoco: “Mi sono sentita abbandonata da M5s, ma si sono sentiti abbandonati tutti i cittadini di Quarto. Non è semplice quello che stiamo affrontando in questo territorio, con il movimento accanto sarebbe stato più facile”. In conferenza stampa, il sindaco ha detto chiaramente che le sue dimissioni rappresentano una “sconfitta politica ma anche una vittoria della camorra”.  E ancora: il suo atto “non è una resa ma un gesto di responsabilità per Quarto. Ho fatto giuramento e ho rispettato fin che ho potuto, gli altri quelli che si sono dimessi forse credevano di fare una gita fuori porta”. Rosa Capuozzo chiude qui con la politica e davanti ai microfoni annuncia che non si ricandiderà, neppure prenderà in considerazione l’ipotesi di una lista civica nella quale militare. No, niente di tutto questo e a chi le chiede quale è stato il suo errore più grande, Rosa Capuozzo non ha tentennamenti: “Cosa non rifarei? Non mi ricandiderei”. Nel frattempo gli atti dell’audizione del sindaco di Quarto in Commissione parlamentare Antimafia sono stati trasmessi ai pm per i necessari approfondimenti. La presidente della Commissione Rosy Bindi, ha disposto inoltre la trasmissione alla Procura di Napoli degli atti dell'audizione. Dalla ricostruzione complessiva eseguita dall’amministratore davanti agli inquirenti e pure dalla documentazione acquisita dalla Commissione, è infatti emersa, l’esigenza di segnalare alla Procura alcuni aspetti da approfondire, sui quali anche la Commissione – come riportano le agenzie di stampa - si riserva di svolgere ulteriori analisi.

Capuozzo, via la fascia da sindaco. Renzi: 'Ogni volta che governano un casino'
Nelle polemiche ad alzo zero tra Pd e M5S, si infila anche il premier Matteo Renzi che intervenendo a Rtl 102.5, ha dedicato un pensiero “di solidarietà va al sindaco Capuozzo per quello che è successo. Credo che lei avesse diritto di governare perché ci ha battuto”. Nei giorni scorsi, Renzi aveva dichiarato che il sindaco di Quarto non avrebbe dovuto dimettersi. Poi l’affondo al Movimento di Grillo: “Mi dispiace, io i grillini vorrei abbracciarli forte, ma ogni volta che vanno a governare da qualche  parte succede un casino...”. Poi aggiunge: “Noi su M5s ci abbiamo scommesso, ma ho l'impressione che quando c'è da fare giustamente le pulci sembrano delle persone serie, ma poi vai a vedere dove governano c'è sempre casino. Quelli che funzionano invece li mandano a casa”. 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]