Migranti, mossa a sorpresa di Maroni: ispettori Asl nei centri d'accoglienza

22 giugno 2015, Marta Moriconi
Migranti, mossa a sorpresa di Maroni: ispettori Asl nei centri d'accoglienza
L'emergenza migranti non significa solo gestione del problema dal punto di vista numerico, ma anche allarme sanitario. Per questo il governatore della Lombardia prosegue la linea dura annunciando una mossa a sorpresa: "Ho mandato una lettera ai prefetti per chiedere informazioni sulle assegnazioni di strutture per l'accoglienza di profughi in Lombardia, ma non lo hanno fatto, lo facciano invece i cittadini e io mando le Asl a fare i controlli sanitari a tutela di tutti".

 Il governatore lumbard a margine del Congresso della Lega a Milano ha anche aggiunto: "Invito i cittadini a continuare a segnalare ho già ricevuto due o tre segnalazioni, fra cui un ex asilo in provincia di Bergamo e un'ex caserma in provincia di Varese". 

Cittadini in prima linea per esprimere il proprio diritto alla salute, tutelato tra l'altro a livello costituzionale. 

D'altronde per Maroni è sua la responsabilità della sicurezza sanitaria del territorio. Già avevaq mobilitato i prefetti proprio per questo, e ora che lo hanno snobbato dice "mi dispiace perché è una cosa sbagliata" ma attacca anche lanciando una bomba: "Verificherò se questo può portare conseguenze, potrebbe esserci ad esempio un'omissione di atti".

Insomma l'emergenza migranti sta diventando un terreno di battaglia e di rappresaglia? 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]