Charlie Challenge, l'allarme dell'esorcista Padre Giacobbe: "Non è un gioco"

22 giugno 2015, Marta Moriconi
Charlie Challenge, l'allarme dell'esorcista Padre Giacobbe: 'Non è un gioco'
"Charlie Charlie, ci sei? Charlie Charlie, vuoi giocare?". È questo il nuovo gioco esoterico che sta impazzando sul web e tra i ragazzi. Funziona così: si invoca il fantasma di Charlie, un bambino che si sarebbe tolto la vita a soli 10 anni, e gli si fanno domande sul proprio futuro, ma non diremo altro perché ha già fatto male a troppi giovani. L'ultima una 15enne di Napoli, dopo una violenta crisi di nervi avuta in un bus, è stata ricoverata in ospedale e non sarebbe il primo caso. Abbiamo intercettato, Padre Giacobbe Elia, esorcista dal 1987 incaricato per la Diocesi di Roma (è stato il primo sacerdote dopo P. Candido Amantini a ricevere questo mandato), e autore del libro "L'inganno delle ideologie, Il graffio del diavolo" (edito Koinè), ma anche “L’urlo muto”, "La caduta del Diavolo di sant’Anselmo d’Aosta", "Le preghiere del popolo di Dio", "Le preghiere della Tradizione Cristiana", "Il segreto di Fatima" e "Salvati da una profezia".

E' davvero un gioco esoterico Padre? Cosa ne pensa da esorcista? 

"Certo, è un vero e proprio gioco esoterico. E i ragazzi giocano con qualcosa che va ben oltre".

Cosa succede secondo lei quando viene fatto? 

"E' pericoloso, tutto ciò che è esoterico chiama in ballo il diavolo, il male. E per lui non è un gioco, è come una seduta spiritica". 

Si tratta solo di psicosi e fragilità delle vittime, o c'è dell'altro? 

"E' una psicosi causata da giochi diabolici. Ma cosa cambia? Il problema è possibile che ci fosse e poi una causa esterna diventa scatenante, ma come si fa a sapere se c'era o non c'era un problema? Non va fatto assolutamente".

Cosa suggerisce ai genitori di questi ragazzi che si avventurano in questo genere di giochi? 

"Di vigilare e seriamente. E di creare nei propri figli un rapporto di fede. E' la fede che li salva. Non si può pensare che sfuggano in automatico questo genere di problemi, perché è attraverso la curiosità sbagliata e senza limiti che ci cadono proprio dentro".

Chi lancia giochi del genere in rete secondo lei? Sette o altra gente malintenzionata e di che tipo?

"Gente malintenzionata che orbita nel satanico. Lavora sicuramente nella volontà di distruggere Dio e Cristo". 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]