Artrite ed eritemi cutanei per Bella Hadid e madre: colpa di Lyme. Lettera choc

22 giugno 2016 ore 10:04, Lucia Bigozzi
Madre e figlia lottano insieme, contro la stessa malattia. Bella Hadid e sua madre fanno i conti con la cosiddetta “malattia invisibile”. La patologia si chiama Lymedefinita e prende origine dal morso di zecca. Può avere effetti molto seri e tra questi dolori articolari diffusi, disturbi neurologici e cardiaci, fino a una sorta di artrite reumatoide. 

Artrite ed eritemi cutanei per Bella Hadid e madre: colpa di Lyme. Lettera choc
I medici la definiscono una malattia debilitante al punto che anche le cose più semplici diventano complicate da fare. Come riportato dal Corriere della Sera, ora Bella Hadid, una delle modelle più quotate, ha deciso di raccontare la propria malattia
ma al tempo stesso rendere omaggio alla donna che le ha dato la vita e al coraggio di lottare con tenacia per la stessa malattia che sta affrontando lei. La top model americana ha pubblicato sul suo profilo Instagram una lettera dedicata proprio al coraggio della madre da anni alle prese con la “patologia invisibile”. Condividono questa condizioni e nei momenti più difficili ai quali la malattia le sottopone, vivono una accanto all’altra. “Sono così orgogliosa della mia mamma. Ho pianto vedendo quanto ha sofferto in questo ultimo periodo”, scrive Bella sul conto della madre Yolanda Foster. Quest’ultima ha scritto un libro sulla Lymedefinita che ha praticamente colpito tutta la famiglia. La pubblicazione uscirà a febbraio del prossimo anno con il titolo “Believe Me: la mia battaglia contro disabilità invisibile della malattia di Lyme”. 

Non solo il libro: la madre di Bella Hadid è impegnata anche per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla patologia che le è stata diagnosticata nel luglio del 2012. Per questo, sul suo profilo social spiega cosa è e come si affronta la patologia, definita dal New York Times come “la malattia infettiva che negli Usa si diffonde più rapidamente dopo l’AIDS”. Una malattia che tende a diffondersi in alcuni periodi dell’anno, più precisamente in estate e a inizio autunno, in relazione all’aumento di microscopiche zecche che fanno parte del gruppo Ixodes ricinus. Il virus può diffondersi ai linfonodi determinando un'adenopatia regionale, oppure espandersi nel sangue fino a colpire gli organi interni. Ma c’è un altro precedente “famoso”. Non solo Bella Hadid perché nel 2013 anche Avril Lavigne aveva rivelato di essere  affetta dalla “patologia invisibile”. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]