Maturità 2016, il toto-tema ha funzionato: le tracce (azzeccate) della prima prova

22 giugno 2016 ore 10:56, intelligo
di Luciana Palmacci 

Qualcosa il toto-tema l’aveva azzeccata, una delle tracce della prima prova dell’esame di maturità 2016, che vede coinvolti oltre 500mila studenti, è proprio sull’autore de ‘Il nome della rosa’ Umberto Eco scomparso a febbraio, di cui il Miur ha scelto un brano tratto da ‘Sulla letteratura’ del 2002.  Anche il famoso indizio del ministro Giannini, che nelle ore scorse aveva detto che il verde sarebbe stato ‘dappertutto’, sarebbe stato rispettato. 
Maturità 2016, il toto-tema ha funzionato: le tracce (azzeccate) della prima prova

Secondo alcuni il ‘verde’ sarebbe riconducibile a Eco che significa in greco ‘ambiente’, guardando alla traccia storica invece, incentrata sul voto alle donne nel 1946, si ipotizza che l’indizio sia riconducibile al tricolore italiano, visto anche che quest’anno cadono i 70 della Repubblica. Un altro collegamento si collegherebbe al tema di attualità, essendo strutturato a partire da una citazione di Piero Zanini architetto autore di diverse ricerche anche nel campo della geografia, quindi del verde. 

Per quanto riguarda le restanti tracce abbiamo: per la tipologia B (saggio o articolo di giornale) il rapporto padre-figlio in ambito artistico-letterario, accompagnato da Il figliol prodigo di De Chirico e Mio padre è stato per me l’assassino di Umberto Saba, oltre a Franz Kafka con la sua Lettera al padre e Federico Tozzi, ‘Con gli occhi chiusi’; l’avventura dell’uomo nello spazio, traccia del saggio tecnico-scientifico, il Pil come “misura di tutto” in quello socio-economico e per lo storico-politico il valore del paesaggio, che include anche un estratto di un discorso di Vittorio Sgarbi, pronunciato in occasione di una manifestazione di commemorazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]