Flop aumento di capitale Veneto Banca: pronto a intervenire Atlante

22 giugno 2016 ore 11:19, Luca Lippi
I soci si sono tirati indietro e l’aumento di capitale di Venteo Banca è andato quasi deserto.
La sottoscrizione dell’aumento di capitale da parte dei grandi soci di Veneto Banca è un flop. 
Oggi termina l’offerta in opzione ai soci e fino ad ora, pare, l’aumento è stato sottoscritto per l’1%, ovvero 10 milioni di euro. 
Nulla in confronto ai 600 milioni paventati da Bruno Zago nei giorni scorsi, o anche solo ai 200-250 milioni necessari a raggiungere il flottante e quotare la banca in Borsa. 
Pare dunque scontato un futuro simile a quello di BpVi. Atlante avrà presto in mano il 99% dell’istituto di credito di Montebelluna.
Per Veneto Banca si aprirà una nuova fase, in cui si troverà ad avere in comune con la "cugina" vicentina lo stesso azionista di maggioranza assoluta. Che dovrà decidere come valorizzare al meglio le sue due partecipazioni.

Flop aumento di capitale Veneto Banca: pronto a intervenire Atlante

Bruno Zago, presidente della banca, che in un primo tempo aveva parlato di una disponibilità dei vecchi soci a mettere mano al portafoglio anche per cifre importanti ha dovuto cedere alla realtà e in parte rettifica le sue stesse affermazioni alla fine rivelatesi una speranza e una condivisione di intenti affatto condivisa.
La crisi di Veneto banca non è una crisi “personalizzata”, la Regione Veneto ha particolarmente patito la crisi degli ultimi anni, e una realtà fortemente radicata sul territorio oltre subire lo stress della comunità che si è trovata improvvisamente senza liquidità, soffre anche una crisi del settore sul quale non c’è più grosso margine di guadagno e quindi gli investitori preferiscono impiegare capitali su altre realtà commerciali a ricavi più sicuri.


autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]