Arriva la Carta d’Identità elettronica: come averla e in quali Comuni dal 4 luglio

22 giugno 2016 ore 12:14, intelligo
di Luciana Palmacci  

Diremo presto addio alla Carta d'Identità solita, in carta, per sostituirla con una decisamente più al passo con i tempi. Con una circolare del ministero dell'Interno, la n. 10/2016, è stato reso noto che dal 4 luglio in poi i Comuni potranno fornire la nuova Carta d’Identità elettronica. Il documento continuerà ad avere la sua funzione di identificazione del cittadino e di documento di viaggio in tutti i Paesi appartenenti all'Unione Europea, ma sarà molto più pratica. I Comuni che non hanno già iniziato precedentemente la sperimentazione, verranno dotati di un'infrastruttura costituita da postazioni di lavoro informatiche attraverso le quali potranno acquisire tutti i dati del cittadino, che saranno inviati per la certificazione al Centro nazionale dei servizi demografici (CNSD) ubicato presso il Ministero dell’Interno, che a sua volta li trasmetterà all’IPZS per la stampa e consegna della Carta di Identità Elettronica all'indirizzo indicato del cittadino. 

Arriva la Carta d’Identità elettronica: come averla e in quali Comuni dal 4 luglio

Nel momento in cui le postazioni di lavoro saranno operative, il singolo Comune (o municipalità), si spiega nella circolare, rilascerà la nuova Cie e non sarà più possibile procedere all'emissione della carta d'identità in formato cartaceo né dell'originaria Cie in via sperimentale. Le carte d'identità in formato cartaceo ed elettronico rilasciate fino all'emissione della nuova Cie mantengono la propria validità fino alla scadenza. Dopo la richiesta, la consegna della carta d'identità elettronica avverrà entro sei giorni lavorativi, presso l'indirizzo indicato dal cittadino all'atto della richiesta oppure presso il Comune. Il costo sarà di circa 22 euro totali

Le caratteristiche? Di fatto la Cie è una smart card su cui saranno presenti le impronte digitali, il codice fiscale e gli estremi dell’atto di nascita, corredati da una serie di elementi di sicurezza (ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture). 
I primi cittadini che potranno richiedere la nuova CIE sono quelli che risiedono nei Comuni dove è stata avviata la fase di sperimentazione. Tra le prime realtà si evidenziano Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Genova, Trento, Bolzano, Trieste, Venezia, Bari e Lecce. Attraverso il portale www.cartaidentita.interno.gov.it , si potranno ottenere maggiori informazioni sulle modalità di rilascio del nuovo documento e prenotare l’appuntamento con gli uffici comunali. 
I vantaggi? Oltre alla maggiore sicurezza e alla possibilità di usarla per viaggiare senza problemi in Europa, è l'accesso ai servizi online che in teoria sarebbe previsto, ma il Governo è ormai orientato a usare il sistema dell'identità digitale Spid, quindi password e non documenti fisici, a questo scopo. Certo però sarà possibile usarla per ottenere con facilità Spid, sui siti di Tim, Poste e Infocert.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]