Direzione Pd, Zoggia (Pd): "Ora segretario a tempo pieno. Coi 5S dialogo su reddito cittadinanza"

22 giugno 2016 ore 13:43, Andrea Barcariol
Intervistato da IntelligoNews Davide Zoggia, parlamentare del Pd e bersaniano doc, ha le idee chiare sugli errori commessi dal partito e sul processo di rinnovamento necessario per far ripartire il Pd. 

Renzi si dice pronto a rinnovare il Pd, attraverso un direttorio e un ricambio. Si parla anche di nuovi ingressi nella segreteria, da Nicola Zingaretti al ministro Martina. E’ sufficiente per voi?

«Prima di un tema nominativo ci deve essere un discorso sui contenuti. Le elezioni del 19 giugno dimostrano una rottura sociale tra il Pd e una parte consistente del suo elettorato. Alcuni candidati sindaco hanno pagato un prezzo anche se hanno governato bene, come ad esempio Fassino. Serve un lavoro di reimpostazione per quanto riguarda le politiche del partito, penso al lavoro, al disagio sociale, alla scuola. La discussione va fatta su questo. Una volta chiariti questi aspetti possiamo chiamarla svolta o nuova fase, ma penso che Renzi debba affidare la segreteria a persone che abbiano la testa dentro il partito. Il Pd non si può gestire a tempo perso. Questo deve avvenire a seguito di una seria riflessione».

Quindi Renzi dovrebbe abbandonare il ruolo di segretario?

«E' una conseguenza naturale rispetto al lavoro che impegna un Presidente del Consiglio, mi pare però che il tema centrale sia quello della politica da seguire. Oggi sia Prodi e sia D’Alema, in due interviste a La Repubblica e Il Corriere della Sera, colgono il punto: che risposte fornisce il Pd a un disagio crescente che viene interpretato dalle forze politiche antisistema? In questo momento il Pd viene percepito come il partito dell’establishment e non un partito che sta lavorando seriamente per cambiare il Paese».

Direzione Pd, Zoggia (Pd): 'Ora segretario a tempo pieno. Coi 5S dialogo su reddito cittadinanza'
Fassino ha detto che il M5S ha “fatto leva sull’invidia sociale”, accusa che spesso è stata fatta alla sinistra. Come colloca il Movimento 5 Stelle e che posizione occupa il Pd attuale?

«Il Movimento 5 Stelle ha vinto le elezioni amministrative con una risposta di governo alternativa rispetto al Pd e al centrodestra. Ora anche per loro si apre una nuova fase. Io credo che con il M5S ci debba essere un dialogo su alcuni temi e su alcune proposte che fanno, ad esempio il reddito minimo di cittadinanza, una misura contro la povertà. Anche sulla legge elettorale penso si possa fare una riflessione comune. Questa demonizzazione del Movimento che c’è stata negli ultimi mesi ha prodotto il risultato inverso, li ha favoriti, ormai l’elettore è adulto e vaccinato, è assolutamente in grado di scegliere ed, evidentemente, ha percepito nel M5S quel cambiamento vero che il Pd aveva promesso di fare e non ha fatto».

Il Movimento 5 Stelle nei ballottaggi contro il Pd ha preso tanti voti a destra o è riuscito a erodere anche il bacino del centrosinistra?

«Penso che al di là degli accordi fatti in alcuni comuni per mandare a casa i sindaci del Pd, come ad esempio a Torino, dove questa alleanza c’è stata ed è inutile negarla, credo che i 5 stelle abbiano molto scavato nel bacino del centrosinistra. Loro hanno coperto con le loro politiche, con le loro idee quella fascia che noi abbiamo lasciato completamente scoperta. Quando in politica lasci degli spazi qualcuno li riempie, è automatico. Io non sono totalmente d’accordo che loro abbiano eroso solo a destra, hanno scavato anche nel nostro bacino per la nostra incapacità di dare risposte a quella parte fortissima di disagio sociale ed economico che ancora esiste nel nostro Paese. Non possiamo continuare a raccontare un Paese che non c’è. Va bene la fiducia, va bene esaltare le doti italiane ma non credo sia giusto nascondere il fatto che la crisi non è ancora finita e che molte famiglie non sanno come tirare avanti. Non si vuole drammatizzare ma l’Italia non è quel Paese che in questo momento sta disegnando una parte consistente del gruppo dirigente del Pd».

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]