Corea del Nord ancora arrogante: lanciati 2 missili nonostante minacce e sanzioni

22 giugno 2016 ore 15:10, Americo Mascarucci
Il dittatore nord-coreano Kim Jong-un continua con le sue provocazioni
La Corea del Nord ha eseguito due lanci di missili a medio raggio Musudan. 
I 2 missili sono stati lanciati venerdì da Wonsan, sulle coste orientali della Corea del Nord. 
Il primo missile si è inabissato dopo 400 Km, mentre il secondo ha superato i 1.000 Km, dimostrando che Pyongyang ha fatto progressi nello sviluppo di missili balistici di Raggio Intermedio (IRBM), anche se non ha raggiunto la distanza potenziale di 3.5000 Km che viene assegnata a tali missili.
Da aprile ad oggi la nord Corea ha effettuato 6 test balistici, quasi tutti falliti, ma il regime spinge sui militari affinché superino le difficoltà tecniche e rendano il sistema pienamente operativo.
Il Giappone ha espresso una protesta formale: il premier Shinzo Abe ha detto che i tentativi del regime di Pyongyang "non possono essere più tollerati". 
Il ministro della Difesa Gen Nakatani ha manifestato profondo rincrescimento e ribadito che i lanci, oltre a violare le risoluzioni delle Nazioni Unite, rappresentano "un atto provocatorio". Il Giappone già da lunedì aveva segnalato delle operazioni attorno alla base di Wonsan, nella costa orientale del Paese comunista, e aveva dato ordine alle forze di auto difesa di neutralizzare eventuali minacce di missili balistici sul proprio territorio. 

Corea del Nord ancora arrogante: lanciati 2 missili nonostante minacce e sanzioni
Anche gli Usa condannano i test missilistici "fatti in esplicita violazione delle risoluzioni Onu" afferma John Kirby, portavoce del Dipartimento di Stato americano. "Sono provocazioni che rafforzano l'impegno della comunità internazionale a risolvere la questione delle attività proibite di Pyongyang, anche con l'ulteriore stretta delle esistenti sanzioni del Consiglio di Sicurezza. Vogliamo sollevare le nostre preoccupazioni all'Onu e consolidare l'impegno internazionale per avere la Corea del Nord responsabile
di queste provocazioni", ha aggiunto Kirby che avverte: "Siamo pronti a difendere noi e i nostri alleati, Giappone e Corea del Sud, da qualsiasi attacco e provocazione".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]