Musk presenta Tesla del futuro, l'auto autonoma on demand si paga da sola

22 luglio 2016 ore 8:44, Micaela Del Monte
Elon Musk è sempre stato un uomo ambizioso e di certo non ha mai smesso di pensare e programmare il futuro non solo della sua azienda. Ed è proprio per questo che il Ceo di Tesla Motors e SpaceX ha pubblicato, a distanza di 10 anni dal primo, il secondo “Master Plan”, il piano in cui spiega che cosa vuole fare con la sua azienda che produce automobili elettriche tra le più apprezzate al mondo, soprattutto negli Stati Uniti dove ha sede la società. Musk ha annunciato che entro pochi anni Tesla produrrà nuovi tipi di veicoli, compresi quelli per il trasporto pubblico, che ogni automobile potrà guidarsi completamente da sola e che investirà in sistemi per migliorare la produzione di energia elettrica da pannelli solari in ambito domestico. Il piano è molto ambizioso e supera gli impegni del precedente “Master Plan”, presentato 10 anni fa e ormai sostanzialmente completato.

Il nuovo piano vede un ruolo rilevante di SolarCity, che Tesla vuole fondere al suo interno con un’operazione da 2,8 miliardi di dollari. Mossa che non è piaciuta a Wall Street e agli analisti - entrambe le aziende sono lontane dall’utile di bilancio - ma che nella testa di Musk serve per far vendere a Tesla energia di origine solare e spingere sulle alternative ai combustibili fossili.

Musk presenta Tesla del futuro, l'auto autonoma on demand si paga da sola
In arrivo un suv compatto e "un nuovo tipo di camioncino pick-up". Musk dice che "c’è la necessità di altri due tipi di veicoli elettrici": grossi camion (Tesla Semi) e autobus.?Entrambi sono in sviluppo e potranno essere mostrati l’anno prossimo. Interessante il modello: sull’esempio Uber Pool i bus non avranno soltanto percorsi prestabiliti ma condivisi grazie ad app e smartphone per indicare la posizione e andare a prendere i passeggeri. Quanto alla guida autonoma, a poche settimane dal primo incidente mortale con il sistema Autopilot, Musk difende la tecnologia dicendo che se usata in maniera corretta è già oggi più sicura della guida normale. Per il futuro si aspetta che diventerà 10 volte più sicura della guida manuale grazie all’autoapprendimento. La sfida non sarà tanto nell’hardware (sensori e telecamere) quanto nel software. Le normative si adatteranno. Ci vorrà comunque molto tempo. Tesla monterà Autopilot, che uscirà della fase beta quando sarà dieci volte più sicuro della guida umana, su ogni modello.

Tesla ha infine in mente di spingere il modello auto condivisa. Quando la guida autonoma sarà realtà "potrai chiamare la tua macchina praticamente da qualunque posto" scrive Musk. Si potrà leggere e dormire, mente l’auto procede da sé. La visione prevede che quando il proprietario della Tesla sarà in vacanza, oppure a lavoro, potrà noleggiare l’auto per singole tratte ovviamente a guida automatica. Sarà un modo per ripagare l’acquisto. E avverrà on demand grazie allo smartphone. Visto che nelle città le auto vengono effettivamete guidate tra il 5 e il 10% del tempo, per il resto stanno ferme, secondo Musk c’è una grande opportunità per investire questo tempo.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]