Dieta e batteri cattivi via col vaccino made in Italy stimola-difese

22 luglio 2016 ore 12:55, Andrea De Angelis
Attenzione, non si tratta di un via libera a mangiar male. Non potrete nutrirvi di birra e ciambelle come il protagonista di un noto cartoon americano, tantomeno mangiare ogni sera etti di pasta condita nel modo più gustoso (ma forse non sano) possibile. La scoperta, però, è per certi versi rivoluzionaria ed è tutta made in Italy.

Proprio nella patria della dieta mediterranea, invidiataci da mezzo (se non più) mondo, arriva una clamorosa novità che potrebbe aiutare chi invece sembra seguire un regime alimentare decisamente lontano dalla suddetta dieta. 
Immunizzare contro alcuni batteri intestinali, presenti in sovrannumero quando ci si alimenta con una dieta occidentale ricca di grassi, può ridurre gli stati infiammatori e prevenire malattie metaboliche come l’aterosclerosi e il diabete di tipo 2. La scoperta è di un team di ricercatori del laboratorio di microbiologia e virologia dell’Irccs ospedale San Raffaele, in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Insubria, ed è stata appena pubblicata su «Scientific report» del gruppo Nature.

Dieta e batteri cattivi via col vaccino made in Italy stimola-difese
I ricercatori, tentando di semplificare la ricerca, hanno deciso di immunizzare l’organismo verso i batteri "pericolosi" in sovrannumero, aiutandolo a produrre quei globuli bianchi che si occupano di modulare la risposta immunitaria. Il modo questo per ridurre drasticamente il processo infiammatorio. Secondo Filippo Canducci si tratta del "primo passo verso la messa a punto di vaccini volti a ridurre le conseguenze nocive di una cattiva alimentazione".
In laboratorio, i topi vaccinati hanno mostrato "ridotti livelli di infiammazione, meno zucchero nel sangue e una progressione più lenta delle placche aterosclerotiche". Questo risultato, secondo Canducci, "apre una via di studio veramente nuova e rappresenta il primo passo verso la messa a punto di vaccini".


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]