Olimpiadi Rio, Isis via ‘Telegram’: arrestato gruppo di attentatori pronto a colpire

22 luglio 2016 ore 10:40, intelligo
di Luciana Palmacci

Attacchi terroristici simili a quelli di Parigi del 13 novembre 2015 potrebbero essere effettuati ancora. È stato l'allarme lanciato dall'Europol, che ha diffuso un rapporto sulle attività terroristiche nell'Ue. "Diversi jihadisti europei – ha spiegato l'Europol - occupano posizioni prominenti nello Stato Islamico e manterranno probabilmente contatti con le reti terroriste nei rispettivi Paesi di origine”. Parole profetiche insieme a quelle di Rita Katz, l'esperta nordamericana di antiterrorismo e direttrice del Site, che aveva rivelato su Twitter che l'Isis stava facendo propaganda in rete per reclutare 'lupi solitari' disposti a commettere attentati durante le Olimpiadi di Rio. "Un gruppo terrorista islamico - avverte Katz - ha pubblicato su Telegram un 'manuale' con 17 tecniche per compiere attentati durante le Olimpiadi di Rio, in programma dal 5 al 21 agosto". Il sedicente gruppo integralista 'Ansar al-Khilafah Brazil' infatti aveva annunciato fedeltà all'Isis creando un canale sul servizio di messaggistica istantanea Telegram in cui sarebbero stati postati messaggi con riferimenti diretti ai Giochi olimpici. 

Olimpiadi Rio, Isis via ‘Telegram’: arrestato gruppo di attentatori pronto a colpire

E così è stato, salvo che la polizia federale brasiliana è intervenuta in tempo arrestando il gruppo che era in procinto di mettere in atto un attentato proprio durante le Olimpiadi. Sarebbero dieci le persone arrestate nell'operazione antiterrorismo negli stati di San Paolo e Paranà, come ha detto il ministro della Giustizia Alexandre Moraes in una conferenza stampa. Le dieci persone arrestate, tra le quali un minorenne, sarebbero state reclutate sul web dall'Isis, sempre secondo il ministro della Giustizia brasiliano, e ora altre due persone sarebbero ancora ricercate. 
La minaccia del terrorismo islamico è sbarcata così anche in Brasile, a meno di tre settimana dalla cerimonia di apertura dove all’indomani dell'attacco a Nizza, e degli ultimi arresti, le autorità brasiliane hanno annunciato un rafforzamento delle misure di sicurezza. Per i Giochi saranno mobilitati circa 85mila poliziotti e militari per proteggere 10.500 fra atleti, staff e giornalisti, oltre al mezzo milione di spettatori attesi a Rio. Ma il rischio, ha concluso Moraes, è sempre lo stesso.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]