Orte: Giulia forse annegata, ora indagata la mamma per omicidio

22 luglio 2016 ore 9:58, Luca Lippi
La vicenda di Orte scalo sta prendendo forma dopo l’interrogatorio nel reparto di rianimazione dell'ospedale Belcolle, dove è ricoverata Mariana Golovataia, la madre della bimba di quattro mesi trovata morta mercoledì.
Il capo d’accusa formalizzato è omicidio ed è stato formalizzato dal sostituto procuratore Franco Pacifici.
Ricordiamo la vicenda; il marito della Golovataia, Ghenedie Stavila, 39enne di origine moldava, dopo aver chiamato e bussato invano, aveva deciso di sfondare la porta trovandosi davanti alla tragica scena: la figlioletta di quattro mesi morta e la moglie svenuta. In casa c'era anche l'altro figlio, di cinque anni, trovato vivo all'interno di una stanza con la porta chiusa, ma in stato di shock. e di forte confusione. La donna è piantonata in ospedale. Venerdì prevista l'autopsia sul corpo della piccola.

Orte: Giulia forse annegata, ora indagata la mamma per omicidio

Dopo il lungo interrogatorio di giovedì pomeriggio della casalinga 36enne si è concluso con l’accusa di aver annegato la figlia di 4 mesi.
Nell'abitazione di via Garibaldi, Ghenadie Stavila insieme a i carabinieri che aveva chiamato per chiedere soccorso, sono state rinvenute diverse scatole di farmaci con le quali la giovane madre avrebbe tentato di suicidarsi ingerendone il contenuto. Pare che la Golovataia soffrisse di depressione post partum. 
L’ipotesi iniziale, comunque, era quella di una morte violenta. Annegamento. Nella drammatica cornice di una depressione post parto che avrebbe spinto Mariana a uccidere la sua piccola Giulia e ad abusare di antidepressivi. Omicidio e tentato suicidio, come appariva fin dalla prima ora.
Dall'interrogatorio dunque è emerso il quadro supposto dagli inquirenti. seguoiamo gli sviluppi che comunque già hanno contorni piuttosto delineati.
autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]