Quale centrodestra, La Russa (FdI): "Modello Milano ha fallito, basta figli e figliastri"

22 luglio 2016 ore 13:08, Andrea De Angelis
Mercoledì 20 luglio si è tenuto a Roma l'incontro dal titolo: "Quale centrodestra: un contributo di idee per tornare a vincere". Una tavola rotonda organizzata da Forza Italia, ma alla quale hanno partecipato parlamentari e politici di altre forze politiche del centrodestra italiano. 
Si è parlato di idee, programmi, rinnovo della classe dirigente e ipotesi per riaggregare lo schieramento moderato, in vista pure del prossimo referendum costituzionale.
IntelligoNews ha intervistato Ignazio La Russa, parlamentare di Fratelli d'Italia...

Perché ha deciso di partecipare a questa iniziativa?
"Ascoltare, semplicemente ascoltare perché tutto ciò che si muove nell'alveo di un centrodestra che davvero vuole tornare a vincere mi interessa. Certo, è importante che questa volontà sia indirizzata verso un percorso concreto e non sia solo velleitario. Me lo auguro". 

Oggi nessun leader presente, ma molti parlamentari. Vuol dire ripartire dalla base, dai territori?
"No, vuol dire che questo convegno è organizzato da quelli che lei ha appena citato. Ce ne possono essere altri con i grandi leader, non c'è un'esclusiva nella possibilità di lavorare perché il centrodestra con questa legge elettorale o con un'altra possa battere il centrosinistra e i 5 Stelle". 

Quale centrodestra, La Russa (FdI): 'Modello Milano ha fallito, basta figli e figliastri'
Alle recenti elezioni abbiamo visto il modello Roma con Salvini e Meloni contro tutti e il modello Milano. I relatori oggi intervistati hanno detto che quello vincente è Milano, lei forse la pensa diversamente?
"Purtroppo ha fallito il modello Milano più che il modello Roma. Quello Roma non poteva andare meglio di come è andato, è arrivato a un passo dal battere la sinistra romana e l'avrebbe comunque battuta se non ci fossero stati i sondaggisti che davano Marchini al 20%, quando poi ha preso il 10%, per cercare di far capire che anche Marchini era un voto utile. Il risultato a Milano è stato terribile. Nonostante il centrodestra fosse tutto unito e con il 5 Stelle ai minimi storici non siamo riusciti a vincere. Probabilmente proprio perché non si è capito che non ci poteva essere una coalizione che non guardasse con la stessa importanza anche a un'area più identitaria, come quella di Fratelli d'Italia oltre che della Lega. L'errore clamoroso di Parisi è stato quello. Quel modello è sbagliato. Questo (Roma, ndr) ha dato i frutti che poteva dare. Bisogna ripartire dal modello romano per poi integrare tutti coloro che veramente vogliono battere la sinistra. Senza figli e figliastri". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]