Cecenia, 17enne costretta alle nozze e alla poligamia: contro Putin?

22 maggio 2015, Marta Moriconi
Cecenia, 17enne costretta alle nozze e alla poligamia: contro Putin?
C'è stata anche la benedizione del capo della Cecenia, Ramzan Kadyrov, per il matrimonio del weekend scorso che ha scatenato polemiche e riflessioni nel mondo. 

Parliamo delle nozze poligame di un capo della polizia, Nazhud Gucigov, all'incirca 50enne, che ha preso in moglie una diciassettenne, diciamo non proprio innamorata.

Lei si chiama Kheda Goilabieva e pare che sia stata minacciata dalla famiglia perché quest'unione avvenisse.

Un'unione forzata denunciata dalla giornalista di Novaia Gazeta, Ielena Milashina. E' lei che ha lanciato sospetti sul poliziotto che avrebbe convinto con la forza la famiglia della giovane per averla in sposa, nonostante lui avesse già una moglie.

Ma per il leader Kadyrov sono tutte sciocchezze ed è stato lui ad aver diffuso su Instagram un video in cui danza alla festa di matrimonio. Ma quello colpisce sono gli occhi tristi di Kheda vestita di bianco per la gioia degli altri. 

Poi c'è stato un secondo video posta sempre con la ragazza protagonista che firma al registro di stato civile di Grozny, dove il matrimonio è stato registrato anche sul passaporto. E c'è un tremendo dubbio giuridico che aleggia: è un matrimonio contro la legislazione federale? Kadyrov ha assicurato il rispetto di tutte le norme legali, le prassi religiose e le tradizioni locali, ma la faccenda rimane un punto oscuro.

Infatti la poligamia è vietata dalla legge russa, ma non è punita dal 1996.

Che sia servito questo matrimonio a lui per sfidare la legge russa e quindi Putin?


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]