Baba Vanga, la veggente dell'11/9 vede la fine dell'Europa nel 2016. Profezia o bufala?

22 marzo 2016 ore 17:22, intelligo
Attenzione, e che sia scritta questa parola con la A maiuscola. Perché di suggestioni ed errate interpretazioni ne è pieno il mondo, anzi la storia dell'umanità. Di certo nel leggere simili notizie oggi si resta come minimo stupiti, ma proprio nelle interpretazioni più o meno al passo con i tempi può essere la vera chiave di lettura. 

Avrebbe previsto l'avanzata dell'Isis, ma non solo. Baba Vanga, la mistica bulgara morta nel 1996 dopo mezzo secolo dedicato alla chiaroveggenza, prima di morire avrebbe fatto una previsione: proprio nel 2016, secondo la veggente, ci sarà un'invasione dell'Europa da parte degli estremisti musulmani, che utilizzeranno anche armi chimiche. A seguito di questo attacco, l'Europa cesserà di esistere.
Fonti come la "Guida pratica Wiesler sul Paranormale" sostengono che lei predisse la disgregazione dell'Unione Sovietica, il Disastro di Cernobyl', la data della morte di Stalin, l'affondamento del sottomarino russo Kursk, gli attacchi dell'11 settembre. Tuttavia, le persone che le erano vicine dissero che non aveva mai profetizzato sul Kursk, o su altre profezie circolanti su Internet, e che molti dei miti su Vanga sono semplicemente falsi, danneggiando così un'analisi sul suo effettivo lavoro. Vanga era analfabeta o semianalfabeta. Nessun documento scritto fu redatto da lei in persona, e tutto ciò che disse o è ipotizzato abbia detto, è stato trascritto dai seguaci che lavoravano con lei. Vanga affermava che le sue straordinarie capacità avevano qualcosa che fare con la presenza di creature invisibili, ma non riusciva a spiegare chiaramente la loro origine. Diceva che quelle creature le davano informazioni sulle persone, e che loro non potevano trasmetterle direttamente, perché la distanza e il tempo non avevano importanza per la loro natura. Secondo Vanga, la vita di tutti coloro che le stavano di fronte era come un film, proiettato dalla nascita sino alla morte, quindi poteva prevedere il loro futuro ma non era in grado di cambiarlo.
Baba Vanga, la veggente dell'11/9 vede la fine dell'Europa nel 2016. Profezia o bufala?
Una caratteristica anomala nella sua figura fu la tolleranza che i vertici sovietici riservarono alla sua attività di chiaroveggenza. Il governo comunista perseguiva coloro che si dichiaravano indovini, o quanto meno cercavano di evitare che la loro fama si espandesse, vedendo nella chiaroveggenza una superstizione del passato da estirpare. Tuttavia, Vanga non solo fu tollerata, ma anche consultata da alcuni esponenti governativi sia sovietici che bulgari. Questa circostanza ha fatto crescere il dubbio, tra gli oppositori, che alcune delle sue previsioni fossero elaborate usando i dati dei servizi segreti.[1]
La condizione di analfabetismo in cui versava Vanga gettano un'ombra di dubbio sulle effettive profezie proferite, che potrebbero essere state manipolate dai suoi seguaci per farle aderire alla realtà a fatto compiuto. Ad esempio circa la previsione sul disastro dell’11 settembre, essa sarebbe legata secondo gli interpreti alla frase: "Orrore, orrore! La fratellanza americana cadrà dopo essere stata attaccata dagli uccelli d’acciaio. I lupi ululeranno in un cespuglio, e sangue innocente verrà versato"; inutile dire che nessuno aveva mai fatto un collegamento con le torri gemelle, prima degli attentati che le hanno coinvolte.

Veniamo dunque alla profezia riguardante il 2016 e scritta nel 2008. Affermava che l'Europa sarebbe diventata un continente deserto e priva di vita, ma "letta" nel 2016 affermerebbe che sarà invasa da terroristi islamici, contraddicendo la profezia precedente che affermava l'avvento di un continente vuoto.
Per gli anni a venire, la veggente avrebbe "visto" quanto segue:
- La Cina diventerà una potenza mondiale nel 2018
- Il problema della fame sarà debellato tra il 2025 e il 2028
- Le calotte glaciali si scioglieranno nel 2045
- Gli Stati Uniti lanceranno un attacco ai musulmani d'Europa, usando delle armi inedite
- Tra il 2170 e il 2256 una colonia su Marte vorrà rendersi indipendente dalla Terra
- Ci saranno nuove scoperte per quanto riguarda la ricerca degli alieni
- Avremo una capsula del tempo entro il 2340
- La Terra sarà inabitabile a partire dal 2341
- Dal 4674 l'umanità e gli alieni saranno completamente "fusi"
- Nel 5079 l'universo finirà

La notizia è stata ripresa da numerosi quotidiani nazionali. L'Huffington Post, ad esempio, parla di come "la storia le abbia dato ragione molte volte", mente Il Giornale scrive che "le parole di Baba Vanga spaventano l'Europa". 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]