Bruxelles, Tofalo (Copasir): "Terroristi si muovono troppo facilmente. Italia? Il rischio è già alto"

22 marzo 2016 ore 10:33, Andrea De Angelis
Bruxelles, il cuore dell'Europa, è sotto attacco. Prima due esplosioni all'aeroporto di Bruxelles Zaventem alle 8 del mattino. Un'ora dopo due altre bombe sono esplose in centro, alle fermate di Metro Malebeek e Schumann, vicino alle istituzioni europee. Un assedio che segue di tre giorni dall'arresto di Salah Abdeslam, il principale ricercato per gli attentati di Parigi del 13 novembre, dopo il quale la procura belga aveva lanciato l'allarme per nuovi attentati. Secondo un primissimo bilancio sarebbero 24 i morti e decine i feriti, ma si teme che i numeri possano crescere con il passare delle ore. IntelligoNews ne ha parlato con il parlamentare del M5S Angelo Tofalo, membro del Copasir...

Il terrorismo ha scelto Bruxelles. Si vuole colpire la patria dell'integrazione?
"Evidentemente si. Bruxelles è già obiettivo sensibile da tempo, questo non dobbiamo certo dimenticarlo". 

Può trattarsi di una vendetta dopo l'operazione che ha portato all'arresto di Salah?
"È troppo presto per fare delle analisi di questo tipo, ma sicuramente l'arresto di Salah è centrale in quella che è l'ennesima tragica vicenda. Tra qualche ora avremo maggiori notizie e quindi un quadro informativo più preciso per fare considerazione più puntuali da questo punto di vista". 

Bruxelles, Tofalo (Copasir): 'Terroristi si muovono troppo facilmente. Italia? Il rischio è già alto'
Quartieri come Molenbeek ormai sono "roba loro"? 
"Direi che questa azione è segno inconfutabile di come questi individui si muovano troppo facilmente in alcune zone...".

Quanto si innalza il rischio per l'Italia?
"Il rischio in Italia è già alto, ma ripeto: è troppo presto per analisi più puntuali. Già nelle prossime ore potremo farle".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]