Le black bloc di inizio '900: in un film la storia delle Suffragette

22 novembre 2015 ore 16:02, Adriano Scianca
Le black bloc di inizio '900: in un film la storia delle Suffragette
Sarà “Suffragette” il film che aprirà il Torino Film Festival. Diretto da Sarah Gavron e interpretato da Carey Mulligan, Helena Bonham Carter e Meryl Streep, la pellicola affronta il tema delle prime battaglie per i diritti delle donne. 

Il film parla di Maud (Carey Mulligan), lavandaia sfruttata sul lavoro e sposata a un uomo violento, che finisce quasi per caso in una sommossa organizzata dalle suffragette. Meryl Streep interpreta invece Emmeline Pankhurst, l’attivista britannica che nel 1903 fondò l’Unione sociale e politica delle donne (Women’s Social and Political Union). 

"È la storia, forse non così conosciuta - come ha detto la stessa regista - di donne battagliere, che non avevano paura di niente, una sorta di black bloc coraggiose, alle quali le donne di oggi devono parecchio". Le suffragette – chiamate così per via della loro rivendicazione principale, il suffragio esteso anche alle donne – erano in effetti un movimento più radicale di quanto oggi non si possa pensare. Nel 1918, dopo lunghe e durissime lotte, riuscì a imporre l’estensione del diritto di voto alle donne, anche se solo dai 30 anni in su (per il suffragio universale la Gran Bretagna aspetterà altri dieci anni). 

Le riprese del film sono iniziate il 24 febbraio 2014 a Londra. Si tratta della prima pellicola della storia ad essere stata girata all'interno del Palazzo di Westminster, dove ha sede il Parlamento del Regno Unito. Il film sarà nelle sale italiane da marzo 2016.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]