Terremoto di magnitudo 7.4 e paura Tsunami a Fukushima, nessun morto

22 novembre 2016 ore 10:37, intelligo
di Antonio Gaiani

 Ritorna la paura Tsunami con un forte sisma di magnitudo 7.4 nel Nord Est del Giappone seguito da numerosissime scosse di assestamento. DATI RILEVATI: Quella più grossa, durata circa 20 secondi, ha avuto il suo epicentro in mare al largo della costa orientale a circa 10 chilometri da Fukushima, ma è stata avvertita anche a Tokyo, che dista 240 chilometri. E aecondo le varie agenzie meteorologiche giapponesi e statunitensi, la prima è stata rilevata verso le 6 del mattino, ora locale, ad una profondità di circa 11 chilometri sotto i fondali del Pacifico. Il sisma è stato particolarmente forte, di magnitudo 7.4 secondo il servizio geologico statunitense Usgs. Poche ore dopo sono state rilevate altre scosse in Nuova Zelanda di Magnitudo 5.6. Non ci sono fortunatamente vittime, solo pochi feriti, sono in corso dei controlli nella centrale di Fukushima, colpita duramente dal terribile sisma del 2011. 

Terremoto di magnitudo 7.4 e paura Tsunami a Fukushima, nessun morto

CONTROLLI E DANNI: Secondo l’emittente giapponese Nhk, la Tokyo Electric Power Company ha comunicato che non risultano anomalie nei reattori dell'impianto nucleare di Fukushima Daiichi, specificando che non ci sono stati cambiamenti nei livelli di radiazioni. Il capo di Gabinetto Yoshihide Suga, durante una conferenza, ha escluso danni a edifici, strutture e arterie stradali. Sei persone hanno riportato lievi ferite. Tutti i voli aerei da e per l'aeroporto di Sendai sono stati interrotti a causa dell'allarme tsunami. Problemi nel distretto di Nishikimachi a causa di un incendio ad un impianto petrolchimico, il fuoco è stato spento dopo quasi 1 ora. A seguito delle scosse è stato diramato l’allarme tsunami per la possibilità che arrivino sulla costa e sulla centrale nucleare onde fino a 3 metri; fortunatamente l’allarme è rientrato nel corso della notte. Sono state segnalate onde di circa 1,5 metri. Comunque nelle zone costiere l’allarme rimane e le autorità giapponesi hanno disposto l’evacuazione delle zone più a rischio con l’ordine di spostarsi nelle zone collinari. Sono state rilevate delle onde che si sono incanalate dal mare, entrando alla foce del fiume Natori secondo i funzionari locali: ” nel fiume l'acqua scorreva indietro di circa 300 metri al di sopra della foce del fiume Natori a Sendai City, Prefettura di Miyagi”, hanno inoltre confermato che le onde, risalendo il fiume Yoshida a Higashimatsushima, hanno aumentato i livelli d’acqua di circa 30, 40 centimetri. 

Clicca qui per vedere il Video del terremoto dall'emittente giapponese Nhk

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]