Cura Trump fa schizzare Wall Street e Dow Jones. Per analisti record imprevisto

22 novembre 2016 ore 19:30, Americo Mascarucci
Altro che effetto Trump, smentite, almeno per ora le nefaste previsioni di chi annunciava disastri in campo economico, con crolli della borsa e altri catastrofi finanziarie.
Invece Wall Street ha toccato nuovi record storici. 
Il Dow Jones ha aperto in rialzo dello 0,18% e supera per la prima volta i 19 mila punti, attestandosi a quota 19.003. 
Ai massimi di sempre anche l'indice S&P 500, che con un +0,2% supera i 2.200 punti, ed il Nasdaq, a 5.389 punti in rialzo dello 0,37%. 
E' la prima volta dal 1999 che i principali indici della Borsa statunitense salgono ai massimi storici contemporaneamente nella stessa seduta. 
Positive anche le principali piazze europee. Verso la chiusura della seduta Piazza Affari segna un +1,53% mentre a Londra il FTSE 100 regista un +0,94%. A Francoforte il Dax30 guadagna lo 0,57% mentre a Parigi l'indice Cac40 è in rialzo dello 0,89%. In Europa il settore finanziario fa registrare il maggiore guadagno, con un rialzo dell'1,9% dell'indice Dj Stoxx di settore. Bene anche i servizi per le telecomunicazioni (+1,4%), i titoli immobiliari (+1,1%). Energia ed industria guadagnano lo 0,7%.

Cura Trump fa schizzare Wall Street e Dow Jones. Per analisti record imprevisto
E allora? L'effetto Trump anziché catastrofico si sta rivelando provvidenziale per i mercati statunitensi?
Sembra quasi un segno del destino.
Su Trump nessuno sembra averci capito niente.
Dopo aver pronosticato la sua sicura sconfitta prima alle primarie repubblicane e poi alle presidenziali Usa, previsioni clamorosamente smentite, adesso sembrano smentiti con evidenza anche i timori per le sorti della borsa.
Dopo i giornalisti la reprimenda di Trump colpirà dunque anche gli analisti di Wall Street?

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]