Altro che 'Heil Trump', nei primi 100 giorni via da Ttp e più lavoro

22 novembre 2016 ore 22:06, intelligo
di Stefano Ursi

Non si sa se fa più rumore ciò che c'è o quello che manca. Né muro con il Messico, né abolizione dell'Obamacare, ma di certo l'uscita dal Ttp (trattato di liberalizzazione commerciale transatlantico). Questi alcuni dei punti salienti del programma dei primi 100 giorni svelato da Donald Trump alla Casa Bianca. Al posto del Ttp arriverà il cosiddetto “Trump Trade” ovvero il programma, dai contorni ancora non spiegati, che vede gli Stati Uniti al primo posto, così come il magnate americano aveva promesso in campagna elettorale. Un'idea, quella che Trump oggi rilancia per i suoi primi 100 giorni da Presidente degli Stati Uniti, che ricalca appieno una tendenza che spesso i presidenti americani repubblicani hanno messo in campo, ovvero il protezionismo e l'isolazionismo commerciali, in netta controtendenza con i democratici. Non c'è nemmeno, come detto, un cenno al famigerato muro con il Messico, per frenare l'immigrazione, sul quale molti hanno basato descrizioni a tinte fosche di Trump e che invece, almeno nei primi cento giorni, non pare essere una priorità; tutto si punta sugli Usa e sulla loro rinascita economica e commerciale e i mercati paiono dargli ragione. Nonostante i media, in queste ore, si concentrino più che altro sul saluto degli ultranazionalisti che lo hanno accolto al raduno al grido di "Heil Trump".

Altro che 'Heil Trump', nei primi 100 giorni via da Ttp e più lavoro
Wall Street ha toccato nuovi record storici, con il Dow Jones che ha aperto in rialzo dello 0,18%, ai massimi anche l'indice S&P 500, che con un +0,2% ed il Nasdaq in rialzo dello 0,37%. E' la prima volta dal 1999 che i principali indici della Borsa statunitense salgono ai massimi storici contemporaneamente nella stessa seduta. E c'è da scommettere che nei primi cento giorni ci sarà spazio anche per la politica internazionale, con quella che ormai tutti chiamano la 'normalizzazione dei rapporti' fra Usa e Russia, cosa confermata oggi anche da Putin che ha spiegato come è stato programmato un incontro ma che la cosa si farà più in là visto che il Presidente americano ancora non ha formalizzato il suo staff.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]