Champions, Olympiakos-Juventus: i numeri e le formazioni. LA SCHEDA

22 ottobre 2014, Micaela Del Monte
Anche nella seconda giornata valida per il terzo turno di Champions ci saranno partite molto molto interessanti, come ad esempio Liverpool-Real Madrid, Monco-Benfica e ovviamente quella che vedrà impegnata l'altra italiana ancora in corsa per la massima competizione europea, ovvero la Juventus.    

Champions, Olympiakos-Juventus: i numeri e le formazioni. LA SCHEDA
La Juve, dopo aver affrontato, e battuto, gli svedesi del Malmo e aver perso contro gli spagnoli dell'Atletico Madrid, dovrà scontrarsi con i campioni di Grecia e tentare di smuovere un po' la classifica che al momento è totalmente in equilibrio.


CLASSIFICAI bianconeri si giocano quasi tutto contro l'Olympiakos in terra ellenica, dopo gli i precedenti incontri infatti tutte e quattro le squadre del gruppo A si trovano a tre punti, il che rende la qualificazione più complicata per tutte e questo turno più che fondamentale per tentare di andare avanti. Non sono dunque ammessi errori, lasciarsi dietro altri punti potrebbe essere fatale per tutte.

Champions, Olympiakos-Juventus: i numeri e le formazioni. LA SCHEDA

STATO PSICO-FISICO:  I campioni di Grecia in campionato hanno raccolto 15 punti in 6 giornate, vincendo 4 partite, pareggiandone e perdendone una sola. L'ultima giocata dagli ateniesi nella Super League ha portato i tre punti grazie alla vittoria di misura contro l'Ergotelis per 3-2. In grande spolvero Mitroglu che ha segnato una doppietta che molto probabilmente farà parte degli undici titolari di mercoledì sera. La Juve invece viene dal pareggio contro il Sassuolo (1-1) anche se quindici giorni fa ha vinto per 3-2 lo scontro diretto contro la Roma. I bianconeri dunque restano imbattuti in campionato e si trovano in cima alla classifica della Serie A con 19 punti, forti di questo primato i ragazzi di Allegri potrebbero affrontare i greci con la consapevolezza della loro forza, considerando anche che il calcio greco non sta affrontando un bellissimo periodo (come si è visto per la Nazionale di Ranieri nelle qualificazioni agli Europei 2016). E se da una parte Llorente sembra in crisi non avendo segnato ancora nessun gol in questa prima fase della stagione, dall'altra parte dovrebbe esserci il ritorno di Arturo Vidal che, rimasto fuori proprio nel match contro il Sassuolo probabilmente per punizione che per scelta tecnica, potrebbe essere impiegato proprio come jolly contro i greci. E comunque i bianconeri potranno sempre contare su un Tevez che fino ad ora si è rilevato più indispensabile del previsto.  

PROBABILI FORMAZIONI:

Champions, Olympiakos-Juventus: i numeri e le formazioni. LA SCHEDA

Non dovrebbero esserci troppi sconvolgimenti rispetto ai match dei rispettivi campionati. Dunque i greci dovrebbero scendere in campo con un 4-2-3-1: Jimenez tra i pali, Salino, Botia, Avlonitis e Masuaku in difesa, Milivojevic, Maniatis sulla linea di centro campo, Fuster, Dominguez e Durmaz alle spalle dell'unica punta Mitroglou.

I bianconeri invece potrebbero invece presentarsi con un 3-5-2Buffon a proteggere la porta, Ogbonna, Bonucci e Chiellini in difesa, Asamoah, Pirlo, Vidal, Pogba e Lichtsteiner a fare da muro a centrocampo e Tevez e Morata (che prenderà il porto di Llorente) a mettere in difficoltà gli ellenici.


I PRECEDENTI:
L'ultima volta che le due formazioni si sono affrontate è stato il 10 dicembre 2003 nella fase a gironi della Champions League, quando la Juventus allenata da Marcello Lippi vinse a Torino con un clamoroso 7-0. Per entrambe le squadre quel match rimane un record, per la Juventus il successo più ampio in Europa, mentre per l'Olympiakos la peggiore sconfitta. Oltre a questa storica sfida i due team si sono incontrati altre sette volte, in totale i bianconeri hanno vinto cinque volte, i pareggi sono stati 2 e per i greci troviamo una sola vittoria nel 1999, quando a Palermo trionfò contro la Juventus per 2-1.

 
Champions, Olympiakos-Juventus: i numeri e le formazioni. LA SCHEDA
 ARBITRO:Arbitrerà il match il serbo Milorad Mazic, classe 1973, internazionale dal 2009. Mazic ha avuto modo di conoscere gli italiani in occasione  del  recente match di qualificazione a Euro 2016 contro la Norvegia, quando gli Azzurri si sono imposti per 0-2. Ha fatto il suo esordio in Champions League nel 2012/13, arrivando ad arbitrare i quarti di finale di questa competizione l’anno successivo (PSG – Chelsea, 3-1). In Europa League ha incrociato nel 2011/12 Palermo, Lazio e Udinese, ma per lui sarà la prima volta assoluta con la Juventus.    

LE QUOTE:  La vittoria della Juventus è data a 2,15, il pareggio invece a 3,20. La sconfitta dei bianconeri invece ha la quota più alta di tutte: 3,50.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]