Vola il corvo sul Vaticano. Un complotto "sinodale" il tumore del Papa?

22 ottobre 2015, intelligo
Vola il corvo sul Vaticano. Un complotto 'sinodale' il tumore del Papa?
A dire che notizie sul tumore al cervello del Papa fossero infondate è stato prima Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa Vaticana, e poi l'Osservatore romano: "Le notizie sulla salute del Papa diffuse, in modo irresponsabile, da giornali italiani". Il pezzo che va sotto il titolo "False notizie" si aggiunge dunque ai numerosi che hanno scartavetrato vita  e salute dell'ennesimo Pontefice sotto i riflettori per presunte, non meglio identificate, gravi malattie.
 

A dare man forte al Papa e a cercare di chiudere la vicenda con un tweet ci ha pensato anche @AngeloBecciu, il sostituto della Segreteria di Stato: 'Ho incontrato il Papa ieri sera. Sta benissimo e in grande forma! Che è 'sta gazzarra sulla sua salute?'. E non sarà passato inosservato il fatto che quello che l'Osservatore Romano chiama intento manipolatorio sia accaduto in conclusione del Sinodo. E via con i retroscena. 

Dagospia invece sottolinea come Bergoglio sia "un paziente disastroso, indisciplinato e impaziente, mangia troppo, cammina poco, respira in modo affannoso, si stanca, ha pure la sciatica. E per giunta lavora troppo. Si affatica, insomma. Normale, per uno della sua età". 

A questo punto torna l'ipotesi volo del corvo sul Vaticano, qualcuno parla troppo e strategicamente? Torna in mente quella travagliata fase che vide anche Papa Benedetto XVI oggetto di numerosi spifferi su un presunto Alzheimer, poi un tumore.... Tra la primavera del 2012 e il febbraio del 2013 Benedetto XVI era visto ormai un vecchietto malato.

Al centro delle ombre il medico giapponese Takanori Fukushima che non avrebbe visitato il papa, quindi tantomeno curato. L'amministratrice dello studio di Fukushima Radcliffe, riporta Reuters, ha parlato di notizia "assolutamente falsa". Ma attenzione, ha anche aggiunto che Fukushima ha incontrato il pontefice quest'anno durante una visita generale al Vaticano. Tra loro solo una stretta di mano. 

Ma Andrea Cangini, direttore di Qn che ha lanciato la "bomba", torna a confermare a 'Un Giorno da Pecora' si Radio 2,che "è una notizia che avevamo da mesi. Ci siamo presi tutto il tempo necessario per fare le opportune verifiche, la cosa ci è stata confermata da fonti diversissime tra loro, tutte con diretto accesso alla notizia. Non ho il minimo dubbio su quanto abbiamo scritto, ma mi aspettavo l'inevitabile smentita del Vaticano".

Quanto alla storia del referto letto da un'infermiera della clinica San Rossore a Pisa, dove opera il dottor Fukushima, il direttore di Qn lo conferma ma dice di aver consultato anche altre fonti e sull'opportunità di dare una notizia del genere è secco: "Abbiamo deciso di dare la notizia perché si tratta di una personalità con grandi responsabilità pubbliche. L'avrei data anche se fosse stato un capo di Stato o di governo", ha concluso Cangini a Radio2.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]