Giallo Bozzoli, spuntano due bottigliette sospette. E la moglie: “Mario temeva per i figli”

22 ottobre 2015, intelligo
Giallo Bozzoli, spuntano due bottigliette sospette. E la moglie: “Mario temeva per i figli”
Ci sono le frasi choc della moglie di Mario Bozzoli a infittire il giallo sulla scomparsa dell’imprenditore bresciano di cui non si hanno più notizie dall’8 ottobre. La moglie ai carabinieri ha parlato di “screzi in azienda” e del fatto che “Mario aveva paura per i propri figli”. Nella deposizione, la donna aggiunge altri tasselli a un puzzle che non li ha e che gli investigatori cercano di mettere insieme. “Negli ultimi mesi - si legge nelle carte che contengono la deposizione della moglie dell’imprenditore - la situazione in azienda era diventata molto tesa. Infatti a causa del cambio generazionale ai vertici dell’azienda si erano creati screzi con la famiglia del fratello e addirittura mi diceva di avere paura per i propri figli”. 

E’ stato anche sulla base di queste dichiarazioni che i carabinieri hanno messo sotto osservazione il fratello di Bozzoli, il quale ha sempre dichiarato di non avere nulla da nascondere. E se in un primo momento i sospetti si erano appuntati su di lui, adesso il quadro investigativo si sta allargando, soprattutto dopo il ritrovamento del cadavere di Giuseppe Ghirardini, operaio nell’azienda di Bozzoli. Una scoperta che almeno per il momento rappresenta un giallo nel giallo. 

I DETTAGLI SOSPETTI. E’ il forno riacceso la sera della scomparsa di Bozzoli, l’elemento attorno al quale le indagini ruotano. Quel forno, pare sia stato riattivato a causa di una fiammata anomala come sostiene uno degli operai della fabbrica che ha rivelato il particolare ai carabinieri. Ed è ancora qui, che si cercano tracce dell’imprenditore bresciano. C’è poi un altro elemento riportato da QN che gli investigatori non tralasciano: accanto al cadavere di Ghirardini sono state trovate due bottigliette vuote. Sul corpo dell’uomo non sarebbero stati rinvenuti segni di violenza ma gli inquirenti sono sempre più orientati a ritenere che non si tratti di morte naturale. Forse saranno proprio i test su quelle bottigliette a dire qualcosa in più su un mistero ancora tutto da decifrare. 

LuBi


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]