Lavoro, in 10 anni evasi 16 miliardi di premi e contributi

22 ottobre 2016 ore 14:34, intelligo

a cura di Stefano Ursi


Secondo un rapporto sul lavoro elaborato dal Servizio Politiche del Lavoro della UIL, emerge come negli anni dal 2006 al 2015 siano stati evasi circa 16 miliardi di euro in premi e contributi. Lo studio, che prende in esame il lavoro “nero”, non regolare” e “irregolare” apre uno spaccato che racconta come in media ogni anno siano stati evasi ben 1,5 miliardi di euro. Lo studio UIL è stato redatto con i dati dell'attività ispettiva di Inps, Inail e Ministero del Lavoro. Risulta che ogni anno siano in media ben 250.000 i lavoratori irregolari, di cui il 43% in nero con un tasso di irregolarità delle aziende del 65%. L’economia sommersa da lavoro irregolare, stima la UIL, vale 77,2 miliardi di euro (con un’incidenza del 36,5%), in crescita anno dopo anno.


Lavoro, in 10 anni evasi 16 miliardi di premi e contributi
“In una realtà, come quella italiana, dove i margini di intervento pubblico a sostegno dell’economia, del welfare e degli investimenti, sono limitatissimi, causa i vincoli europei e l’alto debito pubblico – scrive nella presentazione dello studio Guglielmo Loy, Segretario confederale UIL – è doppiamente delittuoso che si consideri come una fatalità convivere con il non rispetto delle regole nel mondo del lavoro. Doppiamente sia per i danni all’intero sistema economico e sociale sia, e ancor più grave, per il danno alle persone colpite in termini di reddito, tutele sociali e, soprattutto, perdita di dignità."

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]