Per un corpo tonico basta la buccia della mela

22 settembre 2015, Micaela Del Monte
Per un corpo tonico basta la buccia della mela
Secondo uno studio americano condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Iowa, pubblicato sul Journal of Biological Chemistry, le bucce di pomodori e di mele sono capaci di fermare l'invecchiamento dei muscoli. 

Con l’avanzare dell’età, sia gli uomini che le donne, nonostante le lunghe passeggiate e la palestra, perdono sia muscoli che forza fisica e la causa di questa perdita di tono muscolare sarebbe una proteina. Si tratta della proteina ATF4, un fattore di trascrizione che altera l’espressione di alcuni geni a livello del muscolo scheletrico, causando in questo modo una ridotta sintesi proteica, e di conseguenza una riduzione della massa e della forza muscolare.

I risultati dello studio suggeriscono che l’acido ursolico e la tomatidina potrebbero essere utilizzati per contrastare la perdita di massa e di forza muscolare negli anziani riducendo l’attività dell’ATF4.

L’acido ursolico e la tomatidina consentono infatti al muscolo scheletrico di riprendersi dagli effetti dell’invecchiamento mantenendo un fisico giovane. Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno individuato due composti naturali: uno presente nella buccia delle mele (acido ursolico) e uno nei pomodori verdi (tomatidina), in grado di ridurre l’attività dell’ATF4, nei topi vecchi. Dal test è emerso che la supplementazione della dieta di questi animali con questi due composti per due mesi, ha prodotto un aumento della massa muscolare del 10%, e addirittura del 30% della forza muscolare.

Questo studio potrebbe portare a una terapia specifica per contrastare l’atrofia, e la perdita di forza muscolare nell’anziano.

L’autore dello studio, il professor Christopher Adams, ha commentato: “Molti di noi hanno esperienza diretta del fatto che l’atrofia e la perdita di forza muscolare rappresentano un grosso problema man mano che si va avanti negli anni. Questi problemi possono avere un profondo impatto sulla qualità di vita e sulla salute”. 

E ha aggiunto: “I risultati del nostro studio suggeriscono che l’acido ursolico e la tomatidina potrebbero essere utilizzati per contrastare la perdita di massa e di forza fisica negli anziani”. 

Adesso i ricercatori stanno lavorando alla realizzazione di supplementi a base di tomatidina e acido ursolico da somministrare ai pazienti più anziani che ne hanno maggiori necessità.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]