Giulietta è Sprint Speciale: il Made in Italy ha il nome del 1957

22 settembre 2015, Andrea De Angelis
Il nome è lo stesso della vettura del 1957 e, come nel caso della sua antenata, l'allestimento Sprint Speciale è il più sportivo presente in gamma e può essere richiesto sul 1.4 MultiAir da 150 CV, come su tutte le motorizzazioni diesel, a partire da 27.500 euro.

Giulietta è Sprint Speciale: il Made in Italy ha il nome del 1957
Aspettando l’arrivo della Giulia nelle concessionarie – entro la fine della primavera 2016 – l’Alfa Romeo risponde alle attese degli appassionati con una nuova versione della Giulietta  pensata per garantire il più autentico piacere di guida. 

Sono diversi gli elementi estetici che la rendono facilmente identificabile, come il paraurti posteriore sportivo, i terminali di scarico maggiorati e i cerchi in lega da 17 pollici bruniti.
Anche gli aspetti tecnici sono da evidenziare, come l’assetto più rigido e l’impianto frenante maggiorato Brembo con pinze rosse a 4 pistoncini. 

L'occhio, come noto, vuole la sua parte anche nell'abitacolo, dove spiccano i sedili sportivi rivestiti in tessuto e Alcantara, con cuciture rosse a contrasto, poggiatesta integrato e regolazione lombare.

Non manca, naturlamente, il sistema di infotainment Uconnect con display touch screen da 5 o da 6.5 pollici con supporto Bluetooth, Aux, Usb e comandi vocali e, per la versione con display da 6.5 pollici, navigatore con mappe 3D. A completare l’offerta troviamo anche il clima automatico bizona ed i fendinebbia.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]