Bikini oltre le cicatrici dell'ex paralimpica Laura Coccia: la foto

22 settembre 2015, Marta Moriconi
Bikini oltre le cicatrici dell'ex paralimpica Laura Coccia: la foto
La foto è un messaggio in realtà, lanciato alle giovani che "si vergognano del proprio corpo".

Si è messa in bikini Laura Coccia, ex atleta paralimpica e affetta da tetraparesi spastica, oggi deputata del Pd, sulla sua pagina Facebook per mostrarsi senza veli e senza paure, andando oltre le cicatrici e i pregiudizi. E anche oltre Miss Italia, forse.

Lei che nel 1999 all’età di tredici anni, ha corso per la finale nazionale dei 400 metri piani ai Giochi della Gioventù e ha partecipato anche ai campionati Europei di atletica non ha paura della sua tetraparesi spastica: "Non mi posso nascondere, basta che mi alzi in piedi per vederla. Ma ho capito che mettendomi top e pantaloncini, scoprendo le mie cicatrici e correndo davanti a tante persone in uno stadio, potevo andare oltre i miei limiti. Non serve nascondersi o nascondersi dentro casa. La vita è lì fuori – ha detto Coccia – con le sue cicatrici e i suoi difetti”.

E il post che a scelto di scrivere è pieno di dediche contro le barriere culturali e architettoniche della disabilità.

“A te ragazza più o meno adolescente che guardandoti allo specchio vedi un corpo con milioni di difetti”. E ancora: “A te ragazza disabile che soffri perché non potrai mettere i tacchi e ti vergogni di qualche cicatrice sparsa qua e là. A voi che pensate di non poter reggere il confronto con i modelli di donna stereotipate e con i tacchi a spillo. Sappiate che anche “bella” è solo un aggettivo ed anche soggettivo, non c’è mai nulla di cui vergognarsi nel proprio fisico”. 

A Repubblica  ha poi spiegato quanto sia difficile per una ragazza di oggi "confrontarsi con i modelli televisivi. Fin da adolescente ho avuto anch’io questi problemi ma li ho superati grazie alla disabilità e all’atletica”.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]