Dieselgate, Volkswagen trema per richiesta choc: 8,2 miliardi di risarcimento

22 settembre 2016 ore 8:02, Adriano Scianca
Un anno dopo, l'incubo Dieselgate non è certo finito per Volkswagen: oltre 1.400 investitori tedeschi, infatti, hanno presentato una richiesta di risarcimento danni dinanzi al tribunale di Brunswick per un totale di 8,2 miliardi di euro. Dopo lo scandalo sul software per truccare i dati sulle emissioni nocive delle sue vetture, la casa di Wolfsburg è finita nella bufera. Nel complesso circa due miliardi di richieste arrivano dagli investitori isituzionali, mentre i restanti 6,2 miliardi sono in capo a privati. Tra gli investitori corsi a bussare alla porta di Volkswagen c'è anche il fondo Blackrock: "A nome dei suoi investitori - ha spiegato un portavoce - Blackrock, insieme ad altri investitori istituzionali, ha intrapreso un'azione legale contro Volkswagen per non aver dichiarato l'uso di dispositivi volti a manipolare i test sulle emissioni". Con il fondo americano, hanno intentato l'azione legale anche State Street, Nordea Asset Management, il California State Teachers' Retirement System (il fondo pensione degli insegnanti della California) e il Greater Manchester Pension Fund. Lunedì scorso sono stati registrati 750 nuovi ricorsi per evitare la prescrizione. 

Dieselgate, Volkswagen trema per richiesta choc: 8,2 miliardi di risarcimento
Qualche settimana fa il tribunale aveva precisato di aver ricevuto quasi 400 ricorsi di investitori per una cifra pari a circa 4 miliardi di euro. La casa tedesca sta riparando le vetture equipaggiate con i motori diesel incriminati, ma finora ha messo mano solo al 10% degli 8,5 milioni di veicoli interessati. Secondo Manfred Bort, manager di Wolfsburg, la Kraftfahrt-Bundesamt (Kba, la motorizzazione tedesca) ha finora approvato gli interventi su 5,1 milioni di veicoli. Per i modelli con motori da 1.200 e 2.000 centimetri cubici è sufficiente l'aggiornamento di un software mentre per gli oltre 3 milioni di veicoli da 1.600 centimetri cubici è necessaria l'installazione di un componente. Volkswagen, che secondo la Commissione Ue avrebbe violato normative in 20 Paesi dell'Unione con le manipolazioni dei test sulle emissioni dei suoi motori diesel, ha dichiarato che la maggioranza dei veicoli sarà riparata entro quest'anno ma un per un numero non specificato bisognerà attendere fino al 2017. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]