Juventus-Cagliari, Allegri dà le pagelle. Higuain E Dybala? "Ottimo lavoro"

22 settembre 2016 ore 13:45, intelligo
Il Cagliari non passa con la Juventus: tornano a brillare i bianconeri e forse non hanno mai smesso di farlo. Erano come è accaduto già l'anno scorso, sui blocchi di partenza a scaldarsi...
L’Inter non poteva bastare, serviva la prova del nove, che è arrivata come annunciato dallo stesso Allegri la settimana scorsa, quando si preparava a incontrare il Siviglia e l'Inter.
Sarà che il Cagliari si è mostrato impaurito e quasi bloccato sotto il profilo tecnico, sarà che la tattica è roba da Juventus, ma alla fine la profezia del tecnico Massimiliano Allegri s'è avverata. 

E dal sito ufficiale della Juventus è tutta un'analisi sui giocatori. Allegri spiega le caratteristiche a tutti: "Hernanes ha giocato molto bene, quando è chiamato in causa, da grande persona e grande professionista quale è si fa sempre trovare pronto. Anche Pjanic, che ha saltato le prime partite e oggi ha fatto una buona prestazione. Ha giocato davanti alla difesa, quando è in questo ruolo bisogna essere bravi a cercarlo. Per quanto riguarda gli attaccanti hanno fatto un ottimo lavoro, hanno dato molta pressione facilitando il lavoro dei difensori. Hanno giocato bene Dybala, che ha dato
Juventus-Cagliari, Allegri dà le pagelle. Higuain E Dybala? 'Ottimo lavoro'
ampiezza al gioco, e quando è entrato anche Mandzukic. Sarà fondamentale, potrà giocare insieme a Higuain e, con i giusti equilibri dietro, anche in un tridente con Dybala".  Poi la dichiarazione che sancisce la rinascita vittoriosa dei bianconeri con tanto di mission raggiunta: "I ragazzi sono stati bravi. Il dato più positivo della serata è aver ripreso la testa della classifica. Abbiamo interpretato bene la gara. Se proprio devo fare un appunto, dico che potevamo gestire meglio dopo il 2-0, abbiamo cercato la terza rete con troppa fretta. In generale abbiamo dato una bella risposta, anche alle critiche forse eccessive dopo la partita di domenica. Ma non mi stupisce, questo è un gruppo di grandi giocatori e grandi uomini, e quando è ora di prendersi responsabilità non si tirano indietro. Adesso dobbiamo arrivare al meglio alla sosta, affrontando bene le partite che ci mancano, a Palermo, a Zagabria e a Empoli”.
 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]