Michele-choc by Gucci: primavera-estate 2017 dalle linci alle paillettes e organza

22 settembre 2016 ore 10:59, Lucia Bigozzi
In passerella sotto la “lanterna magica”. La luce, molto basic, della lanterna è il mood che accompagna la collezione primavera/estate 2017 di Gucci firmata dallo stilista Alessandro Michele che dosa l’elemento magico con sapiente effetto non solo cromatico ma anche scenico, al punto che la “sua” passerella “strega” pubblico e addetti ai lavori. Non solo vis à vis ma anche – e molto – sui social e sul web. La “lanterna magica” di Michele dispiega il suo fulgore in una visione fondamentalmente minimalista e per questo definita dai critici molto ‘intimista’, anche se dosa con sapiente armonia la “forza” degli artisti di strada e i loro messaggi senza confini. 

[image:left[ I tessuti ai quali lo stilista si mostra particolarmente legato e attento nella collezione primavera-estate 2017 è l’organza, ma quella vittoriana, dunque molto ‘impegnativa’ e barocca, che mixa con le paillettes quasi “stroboscopiche”, come le luci delle discoteche anni Settanta. Nelle giacche maschili ‘campeggiano’ risvolti molto grandi ed evidenti e torna il logo sulle felpe (anche qui con un richiamo agli anni Ottanta), oltre a cardigan oversize con la striscia in diagonale rossa quasi come quel pullover fosse la ‘divisa’ di un giocatore di cricket. Non solo forme e tessuti ‘importanti’, Michele gioca molto anche con i colori e propone, ad esempio, un cappotto arancione acceso come quello di un evidenziatore, o ancora la borsa – rigorosamente red – con la scritta in maiuscolo “Future”. 

E in fatto di creatività, non manca un colpo di scena: come vede lo smoking Alessandro Michele per Gucci? Semplice: lo stile è quello fine anni Sessanta e lo smoking è indossato con un paio di sneaker bianche. Non mancano ‘cascate’ di ventagli e lici color rosso fuoco. Tutto acceso dalla “Lanterna Magica”. 

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]