Ilva, a Cornigliano lavoratori "utili" per il 2017: ok ammortizzatori

22 settembre 2016 ore 11:28, Lucia Bigozzi
I lavoratori Ilva potranno contare sugli ammortizzatori sociali per un altro anno, ovvero fino a settembre 2017. E’ l’esito dell’accordo siglato al ministero dello Sviluppo Economico tra sindacati, i commissari dello stabilimento di Cornigliano, esponenti della Regione Liguria e del Comune di Genova. Un passo importante che annuncia direttamente il viceministro Teresa Bellanova che ha presieduto il tavolo tra le parti aperto al Mise. “Abbiamo lavorato in queste settimane per garantire anche nei prossimi dodici mesi il mantenimento dei livelli reddituali dei lavoratori dell’Ilva di Cornigliano, attraverso l’utilizzo della cassa integrazione straordinaria”. Ragione per cui Bellanova sottolinea che “per non intaccare le risorse destinate alle bonifiche, il Governo ha assunto l’impegno di destinare i fondi necessari per sostenere la prosecuzione dei lavori pubblica utilità”. E a proposito di lavori socialmente utili, partiranno dal primo di ottobre e, come detto, avranno durata di un anno; per quanto riguarda la copertura finanziaria, il totale delle risorse destinate a questo sostegno, sarà pari a 5 milioni di euro. 

Ilva, a Cornigliano lavoratori 'utili' per il 2017: ok ammortizzatori
La somma sarà anticipata dalla Società Per Cornigliano. Soddisfatti i rappresentanti delle sigle sindacali che hanno partecipato alla trattativa sull’Ilva di Cornigliano
: “I nostri messaggi sono arrivati – commenta dalla Fiom Bruno Manganaro - e siamo soddisfatti perchè è esattamente quello che avevamo richiesto”. Antonio Apa, segretario Uilm, rilancia la validità del “risultato raggiunto” che era “l’obiettivo di Fim Fiom Uilm. In questo modo assicuriamo la garanzia del reddito ai lavoratori dell’Ilva”. Infine, per il segretario generale della Fim Cisl Liguria, Alessandro Vella, “l’incontro tra organizzazioni sindacali e il vice ministro Bellanova è andato in modo positivo. Ora attendiamo sviluppi per quanto riguarda il futuro industriale e occupazionale dell'Illva”. Dunque la vicenda Ilva andrà avanti ma intanto anche il governatore della Liguria Giovanni Toti  che ieri si è sentito telefonicamente con il viceministro dello Sviluppo Economico, commenta positivamente l’esito della trattativa anche ma al tempo stesso sollecita il governo su alcuni aspetti: “Credo ci siano tutte le condizioni per continuare a sostenere il reddito dei lavoratori; per quanto riguarda la Regione Liguria, abbiamo già dato la più ampia disponibilità per continuare ad utilizzare, come fatto fino ad oggi, la Società per Cornigliano per sostenere i lavori di pubblica utilità e integrare il reddito degli ammortizzatori sociali”.  

Ma Toti aggiunge: “Occorre che il governo si muova per dare una copertura normativa a tutta la vicenda e ci consenta di farlo dal punto di vista giuridico come è stato fatto con il decreto ‘salva Ilva’ Un pò più di lungimiranza da parte del governo ci avrebbe consentito di evitare questa rincorsa della realtà a tappe forzate programmando un pò più il loro”. 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]