Isis contro gli Usa con le armi chimiche: per ora solo in Iraq

22 settembre 2016 ore 14:28, Luca Lippi


Il Pentagono ha reso noto che dalle linee del califfato martedì 20 settembre è stato esploso verso le truppe americane di stanza nel nord dell’Iraq un colpo di mortaio contenente un agente chimico, probabilmente il cosiddetto "mostarda", al momento si tratterebbe solo di sospetti, mancano notizie ufficiali certe suffragate da anlisi del materiale raccolto sul posto dai tecnici dell'esercito.
Il proiettile è atterrato a poca distanza dalla base di Qayyara ovest, dove i militari americani stanno lavorando a una pista di atterraggio in vista dell’offensiva per sottrarre la città di Mosul al sedicente Stato islamico.
Cos'è "l'agente mostarda"?
In realtà si tratterebbe in chimica di "tioetere del cloroetano" anche detto "iprite", un liquido di color bruno-giallognolo dal caratteristico odore di aglio o senape, abbastanza stabile all'aria, con elevato punto di ebollizione e bassa tensione di vapore; anche il punto di fusione è basso; si tratta perciò di una sostanza assai persistente.
L'iprite è un vescicante d'estrema potenza, possedendo la spiccata tendenza a legarsi a molte e diverse molecole organiche costituenti l'organismo. 
Scarsamente utilizzato per azioni militari che non siano all'utilizzo disperato di qualsiasi elemento si riesca a recuperare, l'elemento chimico è noto sin dalla prima guerra mondiale, tuttavia scarsamente utilizzato a causa della sua scarsa attività e della lentezza dell'idrolisi alla quale è soggetto (e che lo inattiva), quindi inutilizzabile con bombe da aereo
il fatto però che ha il potere di persistere per diversi giorni sul terreno, il gas può persistere nel terreno parecchi giorni o settimaneperchè l'iprite trovò specialmente impiego in attacco, per annullare l'azione dell'artiglieria avversaria e bloccare l'arrivo dei rinforzi sulle prime linee.
Non è chiaro se l'intento dell'Isis sia questo, ma in concreto, e per tornare alla notizia, i soldati che hanno ispezionato i frammenti e analizzato le campionature di sostanza, sospettano che si tratti proprio di "mostarda", ma siamo solo al primo test.

Isis contro gli Usa con le armi chimiche: per ora solo in Iraq

L'unico dubbio che emerge è che nessuna delle persone entrate in contatto con la sostanza mostra sintomatologia sospetta.
Questo è il motivo  che non ferma la missione delle truppe americane nell'area, e gli ufficiali americani non sembrano preoccupati e ritengono che le capacità tecniche dell’Isis non gli consentano di lanciare con successo attacchi chimici contro le truppe americane malgrado si trovino a poca distanza, sottolineando come sia le forze americane che quelle irachene e curde siano perfettamente preparate ad affrontare eventualità del genere.
La strategia preventiva dell'esercito Usa è stata quella di bombardare le scorte di armi chimiche nelle mani dell’Isis poiché si teme che i miliziani estremisti possano farne uso per difendere Mosul, la loro capitale in Iraq, nel momento in cui verrà lanciata l’offensiva per espellerli. per questo motivo sono certi dell'impossibilità dell'Isis di possedere armi chimiche di qualunque genere, e se mai venisse confermata la presenza del "mostarda" si tratterebbe di materiale obsoleto oltre che piuttosto inefficace.
La sfida sarebbe eventualmente quella di scongiurare la capacità del califfato di produrre autonomamente l'agente chimico, ma l'ipotesi più probabile è quella di possedere eventualmente vecchie scorte provenienti dall’Iraq stesso o dalla Siria. 
Di certo, seppure debole nell'uso su larga scala e a scopo bellico, il sospetto che (se fosse confermata la presenza reale dell'agente chimico) possa essere usato per azioni isolate di stampo terroristico allerterebbe i sistemi di sicurezza occidentali.
Sono 20 i casi documentati in cui i miliziani estremisti hanno fatto uso di armi chimiche contro i peshmerga in Iraq, e in cinque di essi è stato usato il gas mostarda.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]