Omicidio alla Magliana, strangola la cognata che non paga l'affitto

22 settembre 2016 ore 17:07, Americo Mascarucci
Si può arrivare ad uccidere per un affitto non pagato?
Incredibile ma vero. L'ultimo caso è avvenuto a Roma. 
Vittima una donna di 66 anni uccisa pare per un arretrato di 1000 euro. 
Il presunto assassino sarebbe il cognato che avrebbe ucciso la donna nell'appartamento in cui viveva in via delle Vigne alla Magliana.
L'uomo, 49 anni, pare infatti che avesse preso un impegno con il proprietario dell'immobile a far versare alla cognata le mensilità arretrate, ma di fronte al rifiuto della donna a versargli i 1000 euro della morosità l'avrebbe uccisa con un paio di calze trovate poi addosso al collo della vittima.
Gli inquirenti sarebbero risaliti all'uomo grazie ad un mazzo di chiavi di casa della vittima, trovato nella tromba dell’ascensore dell'immobile in cui il presunto assassino abita. 
Interrogato dagli inquirenti l'uomo sul principio avrebbe negato ogni responsabilità cercando pure di sviare le indagini ma ad un certo punto sarebbe caduto in contraddizione: messo alle strette alla fine avrebbe confessato l'omicidio dicendo di essere pressato dal proprietario della casa verso il quale si era fatto garante per la cognata. 

Omicidio alla Magliana, strangola la cognata che non paga l'affitto
Il proprietario chiedeva con insistenza il versamento degli arretrati fino a far capire all'uomo che, se la cognata non li avesse versati nel giro di pochi giorni, i 1000 euro li avrebbe pretesi da lui.
L'uomo quindi avrebbe cercato di convincere la donna a versargli la cifra richiesta uccidendola dopo aver capito che questa non avrebbe pagato. 
Il presunto assassino è stato arrestato.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]