Riqualificazione energetica condomini: il piano di Delrio per ecobonus e fondo

23 agosto 2016 ore 16:35, Americo Mascarucci
L'Ecobonus al 65% sarà esteso anche ai condomini. 
Lo prevede il piano Delrio-Morando, da inserire nella legge di Bilancio, con detrazione del 65% sulla spesa di riqualificazione energetica dei palazzi. Secondo uno studio sarebbero 12 milioni i vecchi edifici che potrebbero rientrare nella ristrutturazione.
"Il fondo di 4-5 miliardi - spiega Repubblica che ha intervistato il ministro delle Infrastrutture  - sarà costituito da Cassa depositi e prestiti e garantirà l'avvio dei lavori per i condomini che non dovessero rientrare nell'ecobonus: il fondo anticiperà una parte dei soldi alle società specializzate nei lavori di riqualificazione, il 65%, mentre il 10% del costo sarà anticipato dai condomini che pagheranno il resto in bolletta come per il canone Rai, con l'aggiunta di un piccolo interesse". 
Le famiglie, comunque, grazie ai risparmi energetici ottenuti, pagherebbero meno di quello che pagavano in precedenza ogni mese per le forniture di energia. 
Avrebbero inoltre il vantaggio di possedere un immobile più efficiente e di maggior valore. 
Secondo il Governo ciò comporterà la riqualificazione energetica di interi edifici, un netto risparmio nella bolletta per i condomini e innescherà un effetto positivo nel mercato del lavoro e in quello immobiliare. 
"Il mercato potenziale - ha spiegato il ministro Delrio - varebbe tra i 10 e i 12 miliardi".
Un circuito virtuoso dunque che permetterebbe di salvaguardare l'ambiente attraverso la messa a norma degli immobili vecchi ancora dotati di impianti vetusti e inquinanti, creare occupazione con la realizzazione delle necessarie opere e rilanciare il mercato immobiliare con la riqualificazione degli edifici.

Riqualificazione energetica condomini: il piano di Delrio per ecobonus e fondo
Il Pd sta lavorando anche ad una modifica della detrazione prevista per chi investe in ristrutturazioni e risparmio energetico, agevolazione che oggi viene erogata dallo Stato in dieci rate annuali e che presto, invece, potrebbe avvenire in un'unica soluzione.
Secondo Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale di Legambiente, "la proposta del ministro Delrio, di puntare sulla riqualificazione energetica degli edifici condominiali va nella giusta direzione per rilanciare l’economia: rilanciando il settore edilizio, in crisi da tempo, puntando proprio sulla riqualificazione energetica diffusa delle città italiane. Abbiamo presentato queste proposte al ministro Delrio - ha concluso Zanchini - per aprire in tutte le città italiane migliaia di cantieri, creare lavoro qualificato e promuovere una riqualificazione diffusa del patrimonio edilizio sia privato che pubblico. Per questo speriamo che detti provvedimenti entrino nella prossima Legge di Stabilità".






 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]