Cina, dall'Ogm all'Egm: ecco il primo embrione umano modificato geneticamente

23 aprile 2015, intelligo
Cina, dall'Ogm all'Egm: ecco il primo embrione umano modificato geneticamente
Un embrione umano modificato geneticamente. E’ la prima volta che accade ed è accaduto in Cina. Obiettivo: revisionare un gene che determina nell’uomo una malattia rara. 

Lo studio è stato eseguito dai ricercatori della Sun Yat-sen University di Guangzhou e poi pubblicato sulla rivista scientifica Protein and Cell. Pare che la rivista Science e Nature abbia rifiutato la pubblicazione per motivi etici.

La tecnica utilizzata dai ricercatori cinesi consente attraverso un enzima di produrre i geni e poi di correggerli uno ad uno. Al centro della ricerca, 86 embrioni considerati non impiantabili ottenuti da un centro per la fertilità. 

Alla procedura sono sopravvissuti 71 embrioni dei quali sono in una piccola percentuale sarebbe stata conseguita la modifica. Ma i ricercatori avvertono: “Se vogliamo usare questa tecnica sugli embrioni la percentuale di successo deve essere vicina al 100%. Per questo ci siamo fermati, perché riteniamo che sia ancora troppo presto”. 

Come è facile immaginare, la ricerca e la metodologia sugli embrioni ha aperto un dibattito all’interno della comunità scientifica e non sono mancati studiosi che mediante una lettera pubblicata sulla rivista Nature hanno chiesto di sospendere questi studi. In gioco, c'è sempre il timore del rischio di una manipolazione genetica. 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]