The Hateful Eight non brilla, la stella di Quentin sì. Anche Tarantino è nella Walk of Fame - FOTO

23 dicembre 2015 ore 9:54, Andrea Barcariol
The Hateful Eight non brilla, la stella di Quentin sì. Anche Tarantino è nella Walk of Fame - FOTO
Dopo Ridley Scott, anche Quentin Tarantino ha avuto una stella a lui dedicata nella celebre Walk of Fame, all’altezza del Chinese Theatre di Los Angeles. Un omaggio doveroso per uno dei più grandi registi di Hollywood, creatore della trilogia Kill Bill e di altri capolavori come Pulp Fiction

Un riconoscimento che arriva a pochi giorni dall'uscita The Hateful Eight, (negli Usa è nelle sale dal 18 dicembre, mentre in Italia arriverà nelle sale solo il 4 febbraio), pellicola a metà strada tra il mistery alla Agatha Christie e film western, con protagonista uno degli attori preferiti da Tarantino, Samuel L. Jackson (indimenticabile in Pulp Fiction) nella parte di un soldato americano. Il film però rischia il flop perché non è stato apprezzato dalla critica ("un'operazione farraginosa, prolissa e mal orchestrata") e il regista dopo aver marciato a New York durante una protesta contro le brutalità della polizia e le questioni razziali, si è beccato un boicottaggio da parte degli agenti Usa. 

Il pericolo di deludere le aspettative al botteghino è dietro l'angolo, dopo il non convincente Django, ma ieri durante la premiazione il regista è apparso molto sereno e ha raccontato la sua prima volta nella Walk of Fame: "Era il 1970 avevo sette anni ed ero con mia mamma in fila per vedere Butch Cassidy and the Sundance Kid. Poi nel 1971 sempre qui mi misi in fila lunghissima per vedere il mio primo film di James Bond, Diamonds are forever, ma quando arrivai rimasi fermo in attesa per un po’ prima di entrare proprio qui nel punto in cui è stata posizionata la mia stella”. Parole di apprezzamento anche da parte di Samuel L. Jackson presente alla cerimonia: “So che tipo di cinefilo è la riverenza che ha per questi nomi, ero molto, molto orgoglioso il giorno che  ho avuto la mia stella e so cosa significa per lui, proprio in virtù di quello che pensa e per come venera questo business e l’arte del cinema. Non sono molte le persone in questo settore che guardano al cinema nel modo in cui lo guarda Quentin, nella purezza di ciò che è e di ciò che dovrebbe essere”.

The Hateful Eight non brilla, la stella di Quentin sì. Anche Tarantino è nella Walk of Fame - FOTO
The Hateful Eight non brilla, la stella di Quentin sì. Anche Tarantino è nella Walk of Fame - FOTO
The Hateful Eight non brilla, la stella di Quentin sì. Anche Tarantino è nella Walk of Fame - FOTO
The Hateful Eight non brilla, la stella di Quentin sì. Anche Tarantino è nella Walk of Fame - FOTO
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]