Capodanno per cani ma non da cani: i consigli del Ministero e quelli della "nonna"

23 dicembre 2015 ore 10:12, Micaela Del Monte
Capodanno per cani ma non da cani: i consigli del Ministero e quelli della 'nonna'
Sta per arrivare una delle feste più attese dell'anno, quella che tra cibo, ritrovi in famiglia e regali è sicuramente una delle più speciali in assoluto. Peccato però che passato il Natale è il tempo di quella che invece è la giornata più temuta da amici a quattro zampe e dai loro padroni. In molti infatti si stanno preparando ad affrontare il Capodanno con i propri animali, una serata che per tantissimi non è assolutamente motivo di festa ma piuttosto un incubo.

Per molti, tra l'altro, sarà la prima notte di San Silvestro assieme ai loro amati compagni di vita e le preoccupazioni legate agli effetti che i fuochi d'artificio possono avere sugli amici pelosi sono tante, tante quante le domande che ogni padrone è costretto a porsi per salvaguardare la loro salute. Tutti sanno che i botti e i fuochi d'artificio non vanno sopravvalutati, sia per gli uomini che per cani e gatti, soprattutto perché questi possono causare brutti incidenti e a volte anche vittime.

Anche il Ministero della Salute e gli enti regionali hanno voluto fornire un rapido vademecum su come difendere cani, gatti e conigli dal terrore suscitato loro dall'esplosione dei botti e su come limitare gli effetti (comunque presenti) dei mortaretti sulla loro fragile psiche.  Per tutelare gli animali domestici è buona norma, innanzitutto, cercare di porli al riapro dall'epicentro delle esplosioni, dato che il loro udito si trova ad essere molto più sviluppato del nostro e dato che la presenza di un luogo chiuso e appartato può attutire l'impatto sonoro provocato dai botti. Per evitare il rumore dei botti, si potrebbe poi alzare il volume della televisione o della radio in caso i propri amici a quattro zampe sono anziani, molto sensibili ai rumori o cardiopatici è consigliabile consultare il veterinario.

In seconda istanza, le istituzioni raccomandano di apporre sempre targa e medaglietta al collo del cane, dato che i casi di fughe provocate dallo shock non sono poi così rari e che il mancato ritrovamento dell'animale domestico, a seguito dei botti, potrebbe significare l'abbandono e la morte per numerosi quadrupedi. Sarebbe opportuno, infine, lasciare l'animale più libero i muoversi possibile anche all'interno delle mura domestiche, facilitando l'apertura di vie di fuga in direzione del giaciglio preferito e cercare di non forzarlo ad “uscire allo scoperto” in caso il quadrupede decida di rannicchiarsi sotto un tavolo o in un altro luogo considerato sicuro. 

Non dimenticate però anche i problemi legati a:

Cibo e alcolici: qualora si organizzasse una cena casalinga, bisogna tenere gli alimenti pericolosi in punti non raggiungibili dagli animali. Dal cioccolato alle patate, ingredienti apparentemente innocui possono essere addirittura fatali per Fido e Fufy. Lo stesso vale anche per gli alcolici;

Decorazioni: le decorazioni della casa dovranno essere non tossiche e, possibilmente, appese in luoghi non facilmente raggiungibili. Si prediliga carta e cartoncino rispetto alla plastica e alle fibre sintetiche, così come il cotone naturale per tovaglie, tovaglioli, drappi e tende. Questo per evitare il rischio di intossicazione per ingestione erronea. Qualora si opti per le candele, dovranno essere posizionate sui mobili più alti, affinché l’animale non si scotti inavvertitamente;

Cavi ed elettronica: attenzione a luci, lampadine e qualsiasi altro strumento natalizio elettrico. I cavi non dovranno mai sostare a livello del terreno, per evitare che cane e gatto li mastichino, rimanendo così folgorati. Purtroppo la colorazione verde dei cavi, solitamente scelta per la mimetizzazione in alberi e presepi, può spingere il quadrupede a ritenere si tratti di erba oppure di una preda

Non dimenticate poi alcuni rimedi casalinghi che possono aiutarvi a far rilassare il vostro cane in prossimità dello scoccare della mezzanotte e durante lo scoppio dei botti e dei fuochi:

- Fasciatura calmante per cani, da utilizzare in circostanze in cui il cane manifesta ansia e agitazione. Una soluzione non invasiva usata per tranquillizzare i cani utilizzando una semplice fasciatura. Quello che serve è una fascia lunga, morbida ed elastica da far passare intorno all’addome dell’animale nel modo descritto nel video qui sotto:


- Massaggio rilassante: Come per gli esseri umani un bel massaggio rilassante può sicuramente aiutare a scaricare la tensione e a tenere l'animale calmo. In questo caso un olio per massaggi naturale (Health Mutt) può essere una buona soluzione distrarlo e coccolarlo quando necessario. 

- Ritardare i festeggiamenti per dedicarsi alle coccole: allo scoccare della mezzanotte, meglio posticipare il brindisi di qualche minuto per lanciarsi in coccole e carezze. La vicinanza farà dimenticare loro i rumori molesti dall’esterno.

Anche il ministro della Salute Lorenzin ha fatto le sue raccomandazioni per salvaguardare i nostri amici animali, con una campagna chiamata: “Feste felici con i nostri amici”. Beatrice Lorenzin ha detto: “Gli animali domestici sono preziosi compagni di vita e occupano un ruolo fondamentale nella quotidianità di milioni di famiglie italiane. La loro cura, la tutela del loro benessere come la lotta all’abbandono e al randagismo rappresentano per noi un valore fondamentale". Le feste natalizie, che sono per noi un momento di gioia e di condivisione, possono nascondere per loro qualche insidia o essere la causa di brutte avventure. È per scongiurare tutto questo che abbiamo pensato in modo specifico a fornire dei consigli e accorgimenti in grado di rendere il Natale un periodo felice anche per loro. Auguro a tutti, dunque, di trascorrere “feste felici con i nostri amici” prendendo in prestito lo slogan che accompagna la nostra campagna per il benessere degli animali d’affezione”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]