Natale e Capodanno, pericoli nascosti per i nostri animali: rimedi e precauzioni

23 dicembre 2016 ore 12:36, Micaela Del Monte
Noi aspettiamo le vacanze di Natale praticamente tutto l'anno. Preparare l'albero, il Presepe, scartare i regali, i festeggiamenti e soprattutto i vari cenoni e i pranzi festivi sono tra i momenti più attesi per noi. Ma cosa ne pensano i nostri animali domestici? Sono tantissime infatti le situazioni, soprattutto in questo periodo dell'anno, in cui i nostri amici rischiano incidenti molto pericolosi.  Ci sono però diverse accortezze che possiamo adottare per garantire anche ai nostri "pets" delle feste divertenti senza metterli in pericolo in alcun modo.

Natale e Capodanno, pericoli nascosti per i nostri animali: rimedi e precauzioni
Decorazioni:
Come ricorda greenme.it la cosa migliore sarebbe quelle di posizionare tutte le decorazioni fuori dalla portata degli amici pelosi: palline, nastri, stelline, statuine di piccole dimensioni potrebbero essere ingeriti con conseguenze anche gravi come un'occlusione, un'invaginamento o una perforazione intestinale. Non utilizzare materiale di vetro che potrebbe rompersi. Fissare bene le varie decorazioni all'albero ed evitare i classici gancetti. Posizionare l'albero in un angolo della casa dove abbia meno possibilità di cadere e lontano da ripiani da dove i nostri gatti potrebbero lanciarsi. Ricoprire i cavi elettrici con materiale isolante in modo che cani e gatti non possano prendere la scossa; a riguardo porre particolare attenzione ai conigli, i fili elettrici attirano con molta facilità la loro attenzione. Più fili e decorazioni sono luminosi e più hanno il potere di attirare la curiosità dei nostri animali, anche quelli che solitamente sono tranquilli, con combinano danni, non hanno la tendenza ad ingerire oggetti.

Piante velenoseDurante le festività natalizie nelle nostre case entrano spesso piante che seppur belle esteticamente, possono essere anche molto pericolose per i nostri animali; prime fra tutte la stella di Natale ed il vischio. Le foglie della stella di Natale contengono un lattice biancastro tossico: può causare irritazione cutanea, gonfiore delle labbra, lacrimazione, ma anche disturbi gastrointestinali come vomito e dissenteria se ingerito. Il vischio, soprattutto le bacche, può comportare conseguenze ancora più gravi, fino alla morte stessa dell'animale se non si interviene tempestivamente. 

Alimenti pericolosi: Nei giorni festivi abbondano le golosità. Purtroppo, alcuni dei nostri alimenti preferiti possono essere tossici, o addirittura mortali per gli animali domestici. La prima cosa da fare per proteggere i nostri amici pelosi da un’intossicazione alimentare, è quella di mantenere, anche nei giorni di festa, la loro dieta regolare, e di chiedere agli ospiti di non passare nessun tipo di avanzo all’animale. Questi sono alcuni degli alimenti che non mancano mai durante le feste e che sono pericolosi, specialmente per i cani:

-Cioccolata
-Prodotti che contengono xilitolo
-Avanzi di grasso e ossa

Regali: Non esiste Natale senza regali sotto l'albero, ma chi possiede degli animali in casa deve fare molta attenzione a non lasciarli incustoditi o a portata “di zampa”; inoltre questi sono gli ultimi giorni in cui tutti sono presi nel confezionare pacchetti e pacchettini per amici e parenti: nastri e fiocchetti potrebbero essere molto pericolosi se ingeriti. Anche dopo che tutti hanno scartato i propri regali, bisogna avere la premura di ripulire la casa in modo da eliminare ogni possibile insidia. Attenzione anche agli stessi regali, soprattutto se presentano parti di piccole dimensioni o facilmente ingeribili.

Candele: È bello creare un'atmosfera calda e luminosa per rendere la casa più accogliente soprattutto in determinate occasioni, abbellire la tavola con candele colorate e profumate dando quel tocco di intimità che caratterizza una festa come il Natale. Bisogna fare molta attenzione però se si posseggono degli animali, in quanto potrebbero essere attratti proprio da quel riverbero creato dalla fiamma, con la possibilità di scottarsi.

Il problema dei "botti di Capodanno": I quattrozampe, che hanno un udito più sensibile di quello umano - avverte l’Enpa - possono essere spaventati dal boato della deflagrazione e reagire con comportamenti istintivi, fuggendo in preda al panico e rischiando di essere investiti da automobili di passaggio, oppure provando l’impulso a scappare dall’abitazione scavalcando il balcone o la finestra.
Per la serata di fine anno la Protezione Animali consiglia ai proprietari di cani di tenere il loro quattrozampe al guinzaglio; di tenere chiusi temporaneamente in un luogo comodo e rassicurante gli animali, anche quelli che normalmente vivono all’esterno; di assicurarsi che l’eventuale tatuaggio identificativo sia leggibile, che il microchip sia registrato all’anagrafe canina, che l’animale indossi la medaglietta identificativa (con indirizzo e telefoni validi); di mantenere un atteggiamento sereno e di non premiare manifestazioni di paura del quattrozampe con carezze rassicurative che l’animale potrebbe tradurre come una legittimazione del suo stato di paura. È inoltre possibile prevenire gli stati di ansia, rivolgendosi in anticipo al veterinario che potrà prescrivere anche rimedi omeopatici, fitoterapici o farmaci in grado di abbassare il livello di reazione e limitare l’ansia. Se il vostro cane "subisce" i rumori forti è anche utile tentare di distrarlo giocando con lui o alzando il volume della tv o della radio.
caricamento in corso...
caricamento in corso...