La Regione Liguria dice stop ai centri commerciali. Toti: "Basta favoritismi"

23 febbraio 2016 ore 22:11, Andrea Barcariol
Stop della Regione Liguria ai centri commerciali, in attesa di una pianificazione. Il consiglio regionale ha approvato all'unanimità un disegno di legge per una "sospensione temporanea della presentazione di domande per medie strutture di vendita, grandi strutture di vendita e centri commerciali". Sono stati 31 i voti favorevoli su 31 consiglieri presenti, centrodestra, centrosinistra e M5S. La sospensione durerà fino all'approvazione della nuova deliberazione del consiglio regionale relativa agli indirizzi generali e ai criteri di programmazione commerciale e urbanistica del commercio al dettaglio in sede fissa e comunque non oltre il 30 giugno 2016". La legge dichiarata urgente entrerà in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione Liguria.
"La nuova legge sulla pianificazione commerciale della Regione Liguria non sarà ad personam, ma contro i favoritismi, per le vittime del monopolio commerciale degli ultimi 20 anni, per rendere il mercato uguale per tutti" - ha spiegato il presidente Giovanni Toti che ha aperto a Esselunga - Da giovane giornalista ho intervistato più volte i responsabili di Esselunga, che continuavano a chiedere permessi per aprire a Genova, mi sono chiesto se i dirigenti fossero degli idioti visto che non ci riuscivano mai, mi sono chiesto se fossero incapaci di presentare una domanda come quella che faceva la Coop. Sono cresciuto con il dubbio professionale: se fosse Esselunga a sbagliare domanda per vent'anni o se fosse l'amministrazione a non giudicare le domande dei gruppi commerciali in modo uguale?".

La Regione Liguria dice stop ai centri commerciali. Toti: 'Basta favoritismi'
"La nuova pianificazione della Regione avvantaggerà l'equilibrio commerciale tra piccola e grande distribuzione, la concorrenza.
In Liguria la spesa è più cara che altrove, i volantini della Coop hanno prezzi più cari rispetto a Milano, vogliamo dissipare il dubbio che in Liguria per vent'anni siano stati usati due pesi e due misure". Poco dopo la votazione sui centri commerciali, infatti, il Consiglio (con il voto della sola maggioranza) ha dato il via libera anche alla proposta di deliberazione voluta dall’assessore Edoardo Rixi che riduce i poteri dei Comuni e permette di aprire centri commerciali anche nelle strutture urbane qualificate (ad esempio i centri storici). Contrarie le opposizioni: “La Giunta Toti va verso l’ennesima legge ad personam, sono esperti”, ha detto la capogruppo Pd Raffaella Paita. “Passeremo da un monopolio a un altro, da Coop a Esselunga: sempre quello dei grandi centri commerciali, dalle notti bianche nei supermercati Coop a Savona alle notti in bianco dei lavoratori negli iper Esselunga e Carrefour”, ha sottolineato il consigliere M5S Marco De Ferrari.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]