Netflix fa la guerra ai servizi Vpn: ma sul web i filtri hanno senso?

23 gennaio 2016 ore 15:21, Adriano Scianca
Netflix fa la guerra ai servizi Vpn: ma sul web i filtri hanno senso?
Chi opera in rete sa bene che, con la fluidità e la duttilità che internet offre, i concorrenti che lavorano ancora in modo più “statico” saranno sempre penalizzati. C'è, però, il rovescio della medaglia: l'utente di internet non sopporta vincoli di nessun genere. Lo ha imparato a proprie spese Netflix, il più importante servizio in streaming a pagamento di cinema e serie tv, che ha da sempre il problema degli utenti che usufruiscono del suo servizio pur risiedendo in Paesi in cui non potrebbero farlo. 

Insomma, essere in Italia e vedere i contenuti del catalogo di Netflix americano. Oppure essere in un paese in cui Netflix proprio non c'è, ma vederlo lo stesso. In che modo? Semplice, con la tecnologia VPN (virtual private network), che permettono di aggirare i divieti di visione di determinati contenuti, i cosiddetti "blocchi regionali". Questi servizi, infatti, permettono di nascondere l'indirizzo IP reale utilizzato dall'utente per raggiungere i server di Netflix, consentendo la visione anche a chi non dovrebbe esserne abilitato. Una settimana fa, il gruppo ha annunciato una stretta sugli “abusivi”. Finora, infatti, il fatto di avere comunque dei clienti paganti aveva fatto sì che Netflix chiudesse un occhio: pecunia non olet. Netflix, tuttavia, è anche produttore di contenuti, che poi vende a determinate reti, Paese per Paese: se poi tollera che sulla sua stessa piattaforma sia possibile vedere un contenuto che qualche rete ha profumatamente pagato per aggiudicarsi un'esclusiva, la cosa può creare delle cause legali di non poca entità. 

Bando agli irregolari, quindi. Resta, tuttavia, il problema di come fare tecnicamente, dato che i siti che permettono di cambiare Ip hanno già fatto sapere che tutte le contromisure saranno facilmente aggirate. Ogni blacklist viene bypassata da nuove “furbizie”. Inoltre Netflix deve mantenere l'equilibrio tra il rispetto degli accordi commerciali e una clientela che, come si diceva, mal tollera limiti e paletti. Risolverà la contraddizione?
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]