Bologna, gravidanza eterologa con ovulo congelato da 10 anni. Ma c'è un limite?

23 gennaio 2016 ore 17:26, Adriano Scianca
Bologna, gravidanza eterologa con ovulo congelato da 10 anni. Ma c'è un limite?
Un caso quasi unico: una fecondazione eterologa che ha utilizzato un ovocita congelato da oltre dieci anni. È avvenuto al Centro di procreazione medicalmente assistita del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, diretto dalla professoressa Eleonora Porcu. Si tratta del primo caso del genere Italia e uno dei primissimi al mondo. Anzi, spiega Porcu, “in letteratura ci sono sì gravidanze da ovociti congelati da dieci anni, ma per fecondazioni omologhe”, non eterologhe. Nessuna compravendita, però, dietro a questa gravidanza: “La dimensione della gratuità è per noi fondamentale. La disponibilità delle donne e degli uomini a donare qualcosa di così prezioso è un fatto di grande significato che va comunque incentivato". E ancora: "Il nostro è un messaggio per gli Usa, dove si può pagare, e anche all'Europa, dove sono consentiti i 'rimborsi' delle spese". 

Bisogna poi citare altri cinque casi di gravidanza da ovulo congelato (per un periodo inferiore a 10 anni). Le prime nascite sono previste in primavera. Nell'ambito del percorso clinico, inaugurato nel 2014, in totale sono 228 le coppie coinvolte, delle quali 80 chiedono donazione di gameti maschili e 148 di quelli femminili. Per quanto riguarda la provenienza regionale, la maggior parte è originaria dell'Emilia-Romagna (97 coppie). Dalla possibilità di aumentare i tempi di congelamento aumentano anche le possibilità di donazione, considerata la maggiore difficoltà della donazione femminile. È stato quindi chiesto a donne che avevano congelato i loro ovuli di donarli. Ne sono state contattate un centinaio, 14 delle quali si sono rese disponibili e cinque hanno già superato gli ulteriori controlli medici. La professoressa Porcu ha messo i contrapposizione la pratica di cui si è occupata con la maternità surrogata, che ha detto di considerare una “moderna forma di schiavitù femminile”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]