Salvini a Pontida fa l'anti-Papa: "Prima gli italiani"

23 giugno 2015, Marta Moriconi
Salvini a Pontida fa l'anti-Papa: 'Prima gli italiani'
Si può benissimo parlare di discorso tradizionale quando si parla di quanto detto dal segretario della Lega, Matteo Salvini, al raduno di Pontida.

"La ruspa non la uso per i rom ma per il governo, che è più pericoloso. Prima mandiamo a casa Renzi, poi sgomberiamo i campi rom" ha detto non risparmiando nemmeno l’Europa,"covo di criminali" e poi lui, che sembrava intoccabile: Papa Francesco. Non si tratta di polemizzare, dice, ma lui "è buono, parla alle anime, al mondo. Bene però poi bisogna poi tornare coi piedi per terra e coniugare bontà, generosità, trasparenza e accoglienza con diritto e buonsenso".

Pur dicendo che non si permetterebbe mai di attaccare il Papa e rispettandolo, afferma che è giusto che "chi è pagato dai cittadini italiani pensi prima ai cittadini italiani". Poi a Radio Padania ha detto che "va bene pranzare con i migranti ma "bisogna tornare con i piedi per terra". 

Insomma alla fine chiamiamolo contrattacco, ma pur sempre di un botta e risposta si tratta.

Questo mentre continuano a sbarcare migranti, questa mattina a Taranto... e lui naviga rompendo le "onde papaline". 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]