Dopo Orfini sotto scorta, la superiorità morale del Pd è morta

23 giugno 2015, Marta Moriconi
Dopo Orfini sotto scorta, la superiorità morale del Pd è morta
Come mai Matteo Orfini commissario del Pd a Roma e presidente del partito, è stato posto sotto tutela dalla prefettura? Il Pd non è più il simbolo della moralità? 

Queste ed altre domande si stanno facendo in queste ore tanti romani e analisti di prestigio... Qualcosa è cambiato se è stata assegnata una misura di protezione e tutela a un uomo chiamato a metter mano proprio tra i suoi. Sicuramente ragioni di sicurezza in seguito alle indagini su Mafia capitale, ma che investono in pieno i dem, travolgendoli. Da sabato scorso nessuno ha la superiorità morale in tasca, forse solo i grillini, per adesso, che non hanno ancora mai governato. Per la prefettura si tratta di "accompagno", di una "misura di protezione". 

Lo confermano fonti della prefettura. Ma dovuta a cosa? A "infiltrazioni", "inquinamenti", come è stato spiegato da Barca nella sua relazione? Il clima è pessimo nella capitale , soprattutto dopo che a Ostia una settimana fa è stata bruciata un'edicola di una militante del Pd molto impegnata nella lotta alle bande di mafia capitale. E ora tutto pesa su Gabrielli. 

"Aspettiamo la valutazione del prefetto, poi decideremo come andare avanti e se è necessario rafforzare l'attività amministrativa" ha detto Orfini. E c'è da giurarci che il documento darà ragione a Renzi, che sembra volere Marino a casa, o dimesso o "licenziato".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]