Ora anche l'eutanasia, Laura Boldrini spera: "Presto all'attenzione dell'Aula"

23 luglio 2015, Micaela Del Monte
Ora anche l'eutanasia, Laura Boldrini spera: 'Presto all'attenzione dell'Aula'
Eutanasia sì, eutanasia no. Per anni il dibattito è stato aperto, e lo è tutt'ora.

In Italia il discorso è stato affrontato, soprattutto tramite i casi di Eluana Englaro, Piergiorgio Welby e Terri Schiavo, ma una risposta, una conclusione, non si è mai raggiunta. Tante sono state le petizioni per "convincere" che l'eutanasia fosse un diritto oltre che un segno di libertà individuale, che rende una persona sovrana delle scelte che lo riguardano. Tante petizioni a favore quante quelle che invece, oltre alle convinzioni religiose, oltre al Giuramento di Ippocrate che "lega" i medici e oltre la moralità della scelta, inneggiano alla vita nonostante le sofferenze della malattia.

Ora però una soluzione deve essere presa, e a dirlo è stata la presidente della Camera Laura Boldrini, secondo cui la proposta di legge di iniziativa popolare sul fine vita "è uno dei temi più sensibili, che registra diverse posizioni. Il Parlamento non può non prenderne atto; non possiamo parlare solo di cose che non creano contrapposizioni. Mi auguro che arrivi presto all'attenzione dell'Aula perché noi dobbiamo dare delle risposte".

Rispondendo alle domande dei giornalisti nel corso della cerimonia del Ventaglio la Boldrini ha anche aggiunto: "Le proposte di iniziativa popolare devono avere seguito: le persone si impegnano per fare un lavoro di cittadinanza attiva e il Parlamento deve prenderle in considerazione in tempi certi e in modo trasparente".

Seguici su Facebook e Twitter
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]