Tempo scaduto per il 730: oggi è l'ultimo giorno. Le istruzioni

23 luglio 2015, Luca Lippi
Tempo scaduto per il 730: oggi è l'ultimo giorno. Le istruzioni
Scheda riassuntiva:

In caso di errori o omissioni:

- presentare un modello 730 integrativo tramite CAF o professionista entro il 26 ottobre

- presentare un modello Unico integrativo o correttivo entro il 30 settembre in caso di maggior debito o un minor credito 

In caso di ritardo: 

utilizzando il modello Unico in via telematica oppure tramite intermediari se non si riesce a presentarlo entro la mezzanotte di oggi

Rimborsi: 

agosto per coloro che hanno un sostituto d’imposta, oppure a settembre per gli autonomi.
 
Dopo la prima proroga alla presentazione (riservata ai Caf e professionisti abilitati), come la nemesi è arrivata la seconda proroga che scade oggi definitivamente. Per riassumere oggi scade il termine per la presentazione sia del 730 precompilato, sia quello ordinario che sia presentato da professionisti oppure CAF, tutti dentro!

Il modello 730 precompilato è stato introdotto nel 2015 per semplificare la dichiarazione dei redditi dei cittadini. Tuttavia nel primo anno di sperimentazione i problemi non sono certo mancati. La maggior parte delle anomalie è stata riscontrata nella mancanza di alcuni dati fiscali piuttosto importanti ai fini delle detrazioni.

Impossibile che si faccia "centro" al primo colpo. 

Coloro che sono proprietari d’immobili e terreni devono fare attenzione ai quadri A e B del modello 730 precompilato. Qui, infatti, deve essere indicata la rendita catastale, la percentuale di possesso, i giorni di possesso, il codice di utilizzo e, nel caso di immobile in affitto, il canone. Ancora prestare attenzione al quadro E del modello 730 precompilato. Nella dichiarazione del 2015 non sono presenti (e quindi devono essere inserite dal contribuente): le spese sanitarie, abbonamento ad associazioni sportive o palestre dei figli a carico, spese per ristrutturazioni, per efficientamento energetico e per l’acquisto di mobili, contributi per colf e badanti.

Per le eventuali correzioni, sempre riguardo al 730 precompilato, e per quelli già inviati, la scadenza è stata il 29 giugno scorso, quindi non si può intervenire. L’unica possibilità è quella di presentare un 730 integrativo tramite Caf o un professionista abilitato. Il termine di presentazione per il 730 integrativo è il 26 ottobre.


In caso di minor credito o di maggiori imposte da pagare invece, è necessario presentare un modello Unico entro il 30 settembre.

Con la proroga della scadenza, slittano anche i rimborsi che non arriveranno in tempo per le vacanze degli italiani. Con la proroga, infatti, non ci sono più i tempi tecnici per erogare i rimborsi nel cedolino di luglio. I crediti IRPEF dovuti in busta paga o nell’assegno pensionistico arriveranno quindi ad agosto per coloro che hanno un sostituto d’imposta, oppure a settembre per gli autonomi.  

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]