Dopo AstroSamantha, tre nuovi astronauti stranieri sono sull'Iss

23 luglio 2015, Luca Lippi
Dopo AstroSamantha, tre nuovi astronauti stranieri sono sull'Iss
Rientrata Samantha Cristoforetti, “rifatta la stanza”, ecco la stazione orbitante Iss pronta ad accogliere un nuovo equipaggio.

Kjell Lindgren della Nasa, Oleg Kononenko dell’agenzia spaziale russa Roscosmos e Kimiya Yui dell’agenzia spaziale giapponese Jaxa sono partiti ieri sera alle 23:02 ora italiana.

Sono già arrivati a bordo della stazione orbitante (tempo di viaggio stimato sei ore), e dovranno rimanere in orbita fino a dicembre. Era deserta dall’11 giugno scorso.

E’ ancora il Soyuz a lanciarli nello spazio, vettore di fabbricazione russa, che ormai dal 28 novembre 1966 (primo viaggio senza equipaggio, e poi dal 23 aprile 1967 (primo viaggio con equipaggio), si occupa di missioni in orbita traghettando tecnologia e equipaggi verso diverse stazioni orbitanti.

I tre astronauti partiti ieri sera sono riusciti ad agganciarsi alla Stazione Spaziale mentre si trovava a circa 400 chilometri di altezza da terra e proseguiva nel suo tragitto di “caduta controllata” alla ragguardevole velocità media pari a 28 mila chilometri orari.

Ormai i viaggi spaziali hanno assunto ritmi terrestri e quindi sempre più assimilabili nelle criticità gestionali dei ritardi e delle perdite di tempo. La Stazione Spaziale è tornata così da oggi a pieno regime e la missione che ha coinvolto la nostra Cristoforetti potrà riprendere il suo corso senza nuove perdite di tempo.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]