Almirante in campagna elettorale: anche l'alleata Pivetti dice no alla "via" della Meloni

23 maggio 2016 ore 16:38, Lucia Bigozzi
La polemica vola sui Social. Da ieri la Rete è “impazzita” tra i botta e risposta dei leader politici e dei candidati sindaco di Roma dopo la proposta – per molti choc per altri più che legittima – lanciata da Giorgia Meloni, in corsa per il Campidoglio sotto le insegne di Fratelli d’Italia e Lega. La Meloni propone di intitolare una strada a Giorgio Almirante, storico leader del Msi, nell’anniversario della morte. E non torna indietro, nemmeno dopo il vespaio di polemiche che hanno accompagnato la domenica di campagna elettorale. “A Roma c’è anche viale Togliatti e sarei favorevole anche a omaggiare Marco Pannella, le cui battaglie non ho mai condiviso. Smettiamo di dividersi sul passato e guardiamo al futuro”, dice a Il Tempo, la leader di Fratelli d’Italia. Tuttavia, dopo aver lanciato il sasso, non sembra particolarmente interessata a restare nel campo della polemiche e del resto la sua era la proposta annunciata ai romani in caso di vittoria. Per questo alle agenzie di stampa dichiara: “Sembra un dibattito di 30 anni fa. Oggi credo che ai romani interessi più la sicurezza di una strada che il suo nome. Noi lavoriamo a quello”.  Quindi ‘archiviata’, almeno per ora la pratica, la Meloni si concentra sulla battaglia per Roma, e ‘pizzica’ Virginia Raggi, candidata 5Stelle. La critica, neanche troppo velata, è quella di sottrarsi ad un faccia a faccia con lei. “Se ha paura mi mandi direttamente Davide Casaleggio”. 

Almirante in campagna elettorale: anche l'alleata Pivetti dice no alla 'via' della Meloni
Ma non è facile archiviare la vicenda perché in tempi di campagna elettorale, tutto è buono per criticare l’avversario politico.
In questo caso specifico però c’è qualcosa di più, c’è una storia e un’appartenenza che vengono fuori da destra. Francesco Storace leader de La Destra, non usa giri di parole e bacchetta l’ex collega di partito (ai tempi di An) e sul suo profilo Twitter scrive: “ Una strada ad Almirante per raccogliere voti... La Meloni, classe 1977, se la poteva risparmiare”. E rincara la dose su Facebok: “Che c'entra quel se fossi sindaco? Anche perchè quando governavano Roma con la giunta di centrodestra se ne sono scordati mentre io lo chiedevo invano e ora, in piena campagna elettorale, danno l'alibi a chi mette all'indice Almirante per la difesa della razza, dimenticando gli illustri democratici che sottoscrissero quel manifesto. Nata nel '77, la Meloni avrebbe fatto meglio a parlare delle buche di Roma come quando passa a piazza Venezia. Per raccattare voti, non si usi Almirante”. E se Alfio Marchini l’idea della Meloni fa acqua da tutte le parti – “davvero peccato. Avrei evitato speculazioni in campagna elettorale sul suo nome”, è Donna Assunta Almirante (sul Tempo) a condividere la proposta del leader di FdI che definisce “ammirevole” auspicando che “questa volta si riesca a fare dal momento che anche Alemanno l’ aveva lanciata senza riuscire a mantenere l'impegno. Spero che Giorgia, che mi sembra molto decisa, riesca ad andare fino in fondo”. Per ora, siamo solo agli inizi. 
Ecco il video con la proposta finita al centro delle polemiche:

E attenzione, c'è un'ultima ora. ''Non sono d'accordo ad intitolare una strada ad Almirante. Non capisco motivo e opportunità''. Anche Irene Pivetti, capolista della Lega alle elezioni comunali in appoggio al candidato sindaco di Roma Giorgia Meloni, non appoggia Giorgia. Matteo, se ci sei, batti un colpo...


autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]