Effetto Le Pen, Borghezio (LN): “Berlusconi non è Sarkozy, vedrete che non si tarperà le ali”

23 marzo 2015, Andrea Barcariol
Un grande successo di Marine Le Pen. Questa la lettura dei risultati elettorali in Francia di Mario Borghezio,
Effetto Le Pen, Borghezio (LN): “Berlusconi non è Sarkozy, vedrete che non si tarperà le ali”
raggiunto da Intelligonews. L’europarlamentare della Lega lancia una stoccata a Forza Italia ma auspica un accordo in vista delle regionali.

Che lettura dà dei risultati elettorali in Francia?

«C’è un’espansione geometrica del Front National che per la prima volta si installa nei Dipartimenti, è un vero peccato che il corrispondente da Parigi del Tg1 lo abbiamo tradotto con stallo».

La Le Pen però è non riuscita a sfondare come si pensava anche guardando i sondaggi pre-elettorali.

«Se facessi atletica e saltassi 2 metri, mentre prima arrivavo a un metro e mezzo, sarebbe un grande successo. Poi se fossi riuscito ad arrivare a 2.20 sarei stato un fenomeno assoluto. E’ chiaro che è comunque un successo, arrivo dalla Francia e mi sembra grottesco che in Italia non si colga l’aspetto principale: il Front National si installa nei territori. Prima su 4.000 Comuni avevano un solo eletto, adesso ne avranno centinaia, se non migliaia. I vecchi partiti di potere hanno cercato di sfruttare il fatto di essere più radicati. La marcia trionfale della Le Pen sta continuando».

Quindi non è un segnale anche per la Lega?


«Se arrivassi al 25%, senza finanziamento pubblico, senza un quotidiano e senza tv, farei salti di gioia. L’esempio della Le Pen è da seguire, così come il suo modo di fare politica partendo dal basso. Hanno imparato da noi e oggi fanno meglio di noi».

In Francia a destra c’è stato lo spacchettamento dei voti tra la Le Pen e Sarkozy. Non si rischia lo stesso fenomeno in Italia tra la Lega e Berlusconi?

«Magari in Italia avessimo le stesse percentuali. Purtroppo vedo ancora molta parte di Forza Italia nostalgica delle fornicazioni con il governo di sinistra, questo è quello che mette piombo nelle ali al partito di Berlusconi. La gente non ne può più di questo regime e premierà chi fa un discorso chiaro, come Salvini».

E’ imminente l’incontro tra Berlusconi e Salvini sulle alleanza in vista delle regionali. Troverete un accordo?

«Salvini è un pragmatico, quindi penso che terrà il punto sulle cose fondamentali e cercherà di far capire a Berlusconi che in certe Regioni presentare dei personaggi che rappresentano in continuità quelli che non hanno fatto opposizione alla sinistra, ad esempio in Toscana, significa tarparsi le ali. Berlusconi non potrà non valutare questo ragionamento, gli spazi per un’intesa ci sono tutti».

Greta e Vanessa hanno dichiarato che torneranno in Siria. Cosa ne pensa?


«Che gli italiani pagheranno ancora più volentieri le tasse, sapendo che saranno spese anche per il nuovo riscatto per Greta e Vanessa».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]